L’Associazione Teatrale Friulana festeggia il suo trentesimo anniversario

Udine – L’Associazione Teatrale Friulana festeggia domenica 8 ottobre i suoi trent’anni di vita con una giornata di attività e una serata spettacolo al teatro Palamostre di Udine.

Ad annunciarlo la neo presidente, Anna Pia Bernardis, che succede al Presidente uscente Claudio Mezzelani.

“Subentro al neo presidente Mezzelani – ha detto Bernardis – ringraziandolo a nome dell’ATF dell’importante lavoro svolto nei due mandati che lo hanno visto promuovere tutte le attività associative, in special modo, il costante lavoro di ricerca sulla drammaturgia friulana, promosso attraverso il Concors di Tescj pal Teatri in Lenghe Furlane, giunto alla 11ª edizione. Une dì e Une Gnot di Paolo Sartori, testo vincitore della decima edizione del concorso, è infatti poi stato messo in scena, con la regia dello stesso Mezzelani, ed ha vinto il premio Tracce 2017 promosso dalla UILT nazionale, essendo chiamata la Compagnia dell’Associazione Teatrale Friulana a rappresentare il proprio spettacolo a Oliveto Citra in provincia di Salerno nel settembre del 2016”.

La neopresidente Anna Pia Bernardis

“L’attività dell’ATF individua due gruppi principali di destinatari: le compagnie teatrali associate e gli spettatori; in entrambi i casi il duplice fine è quello della formazione e dell’informazione, attraverso l’organizzazione di corsi e laboratori teatrali di vario argomento. ATF – ha proseguito la Presidente – mantiene vivo lo spirito collaborativo e di scambio con le realtà a lei vicine, quali la Società Filologica Friulana, la Fondazione Friuli, La Civica Accademia d’Arte Drammatica “Nico Pepe” e il Cirf dell’Università degli Studi di Udine ed ha recentemente avviato nuove collaborazioni con il Comune di Udine e con l’Arlef”.

Cinquanta le compagnie associate provenienti dalle province di Gorizia, Pordenone e Udine che operano per promuovere e sostenere la realizzazione di circa un centinaio di spettacoli all’anno sul territorio delle tre province interessate, coinvolgendo le pubbliche amministrazioni, le proloco e le varie associazioni locali.

E fra gli scopi dell’Associazione c’è anche quello di incrementare il numero di compagnie associate, per promuovere un fare teatro che sia costantemente indirizzato alla passione per la qualità dei propri risultati sul palcoscenico, parallelamente al piacere di ritrovarsi e preparare insieme le proprie repliche: “Vogliamo mantenere viva la passione per il miglioramento in tutti i campi del fare teatrale, dalla prima parola drammaturgica all’ultimo inchino prima del buio di fine spettacolo”.

Il programma sarà appunto espressione della visione del nuovo consiglio direttivo (Irene Missera, vicepresidente; Paolo Zoratti, segretario; Serena Fogolini, consigliere; Patrizia Isoli, consigliere).

La mattinata, riservata ai soci, prevede due masterclass e un laboratorio di recitazione tenuti da professionisti del teatro, in collaborazione con la Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone; le Masterclass del mattino sono a cura di Ferruccio Merisi e Claudia Contin della Scuola Sperimentale dell’Attore di Pordenone, mentre il laboratorio del mattino sulla comicità è tenuto da Alessandro Mistichelli; nel pomeriggio, a partire dalle 14.30, dopo i saluti istituzionali, ci sarà la premiazione del concorso fotografico del trentennale, le dimostrazioni sul palcoscenico degli esiti delle masterclass del mattino e la presentazione delle attività e dei servizi (biblioteca dell’Associazione, sito web, convenzioni con gli enti, nuove attività…).

Per concludere, alle 19.00 è previsto uno spettacolo teatrale a sorpresa, esito del laboratorio   tenuto da Maria Ariis. Al termine il brindisi e la torta di compleanno.

(foto di Flaviano Miani)