Con “Signore e Signori” va in scena la nuova mostra allo Spazio Espositivo EContemporary

Trieste – S’inaugura domani, venerdì 15 settembre alle ore 18.30 allo Spazio Espositivo EContemporary, la “Signore e Signori” dedicata alle piccole sculture/installazioni di Giovanni Andrea Panizon.

E’ difficile dare una descrizione precisa di Panizon: un architetto rubato all’arte o un artista rubato all’architettura? Di fatto è uno tra i più attivi architetti triestini, specializzato principalmente nel campo dell’allestimento museale in tutte le attività progettuali che questo comporta, dal concept, alla grafica, all’ideazione di installazioni; ma le sue passioni da sempre sono il design e la scultura.

La mostra Signore e Signori si snoda tra una quindicina di installazioni/sculture  ciascuna delle quali presenta una situazione che dà accesso a un microcosmo quotidiano, fatto di relazioni tra uomo e donna, tra l’essere umano e la  società, la natura,  il lavoro, e ce ne lascia immaginare la storia. Un microcosmo di terrecotte che mette in evidenza in maniera delicata, ironica, a volte solo allusiva, la fragilità umana in una sorta di scansione fotografica di spaccati di vita vissuta in cui ciascuno di noi si può riconoscere.

La mostra sarà visitabile sino al 28 ottobre dal giovedì al sabato dalle 17 alle 20 su appuntamento

Spazio Espositivo EContemporary (Elena Cantori Contemporary) Via Crispi, 28 – Trieste

www.elenacantori.com email: cantori.elena@gmail.com mobile: +39 328 7349711 fb-instagram-twitter