In FVG nessun contagiato da Coronavirus. In montagna arriva la neve, impianti perfettamente fruibili

FVG – Nessun caso di Coronavirus registrato in Friuli Venezia Giulia: prosegue il monitoraggio su tutto il territorio.

PromoTurismoFVG, Ente regionale di promozione e gestione del turismo, intensifica le misure di prevenzione all’emergenza epidemiologica da Covid-19, attivando procedure su tutto il territorio regionale a ulteriore rassicurazione dei cittadini e degli ospiti del Friuli Venezia Giulia.

Nel rispetto delle misure decise dal Ministero della Salute e dalla Regione atte ad affrontare la situazione straordinaria, PromoTurismoFVG assicura i servizi nelle sei stazioni sciistiche regionali, che rimangono aperte e perfettamente fruibili.

A partire da domani i tracciati ospiteranno le Nazionali maschili di sci alpino, italiana e anche slovena: gli atleti, in preparazione per la tappa di Coppa del mondo che si disputerà questo fine settimana in Austria, fino a venerdì si alleneranno sulle piste di Tarvisio e Sella Nevea come da programma.

Confermate inoltre le attività promozionali e sociali sugli sci, ove non prevista presenza di pubblico e con l’indicazione di non creare, al termine, occasioni di assembramento.

Massimo sforzo per rassicurare gli sciatori che alla chiusura al pubblico degli impianti, nel pomeriggio e per tutta la sera, possono contare sull’attivazione del personale addetto che provvede da lunedì scorso all’igienizzazione delle cabinovie con l’utilizzo di disinfettanti a base di cloro o alcol. La procedura sarà ripetuta quotidianamente fino a nuove disposizioni.

Dopo mesi di attesa, nelle prossime ore sono infine previste precipitazioni nevose che potrebbero raggiungere i 20 e anche i 30 centimetri di altezza. Un’attesa che premia gli sciatori affezionati ai poli del Friuli Venezia Giulia che, nonostante il perdurare dell’assenza della neve, hanno regalato presenze in aumento anche in questa stagione.

Inoltre, per aumentare la prevenzione, sono in corso di distribuzione i dispenser disinfettanti in tutti gli infopoint della regione e alle casse delle stazioni sciistiche, che continuano a svolgere regolare attività.

La direttiva siglata dal ministro della Salute d’intesa con il presidente del Friuli Venezia Giulia contiene le disposizioni per contrastare in via precauzionale l’emergenza epidemiologica: considerata la contiguità con la regione del Veneto, il Friuli Venezia Giulia ha deciso di adottare misure restrittive urgenti attive da ieri e sino al 1 marzo compreso. Oltre alla chiusura delle scuole di ogni ordine e grado, alla sospensione di manifestazioni ed eventi in luogo pubblico o privato che prevedano un’agglomerazione, infatti, rimangono chiusi anche musei e altri istituti e luoghi della cultura (le biblioteche e gli archivi, le aree e i parchi archeologici, i complessi monumentali).

Continuano i controlli al Trieste Airport, dove già da inizio mese in linea con il provvedimento emanato dalla presidenza del Consiglio dei ministri sono attive le procedure di sorveglianza sanitaria per tutti i passeggeri in arrivo su voli internazionali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi