Piera Degli Espositi ritorna sul palco del Rossetti con Wikipiera

Trieste – Ritorna al Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia la grandissima Piera Degli Esposti, dove si racconta in “Wikipiera” spiritosa e interessante intervista-spettacolo condotta da Pino Strabioli: l’appuntamento è al Teatro Miela, ma per la stagione altripercorsi dello Stabile regionale, a partire da giovedì 9 marzo alle ore 21.

Ma a tali vette, Piera Degli Esposti non è giunta attraverso un cammino “regolare”. Il suo sentiero è stato tortuoso, punteggiato da episodi sorprendenti, entusiasmanti, importanti… E proprio questa sua carriera diviene oggetto di un’intervista-spettacolo che l’attrice porta nei teatri al fianco di Pino Strabioli, anch’egli versatile uomo di cultura, giornalista e interprete, è stato recentemente apprezzato al Politeama Rossetti nel ruolo del monsignore in “Sister Act”

La scelta di questa particolare chiave fra teatro e intervista, da parte dell’attrice, è certo singolare, ma molto centrata e spiritosa… fin dal titolo che con quel “Wikipiera” ricalca il nome dell’ormai insostituibile enciclopedia del web. La teatralissima “enciclopedia” su Piera – dopo aver riscosso successo a Roma e Milano – viene proposta ora al pubblico del Teatro Stabile, che ha avuto la fortuna di ammirare spesso, sulla scena, quest’affascinante interprete.   In quest’insolita “intervista dal vivo”, occasione per conoscere molto altro della sua vita, non solo d’artista.

Condotta da Strabioli – come durante una puntata della sua trasmissione “Colpo di scena” – l’attrice ripercorre oltre cinquant’anni di carriera: ad iniziare dalle prime le tappe sul palcoscenico, difficili per la sua “irregolarità” d’attrice e di formazione, ma grazie alle quali fu anche notato il suo talento.

Tra i ricordi cari c’è ad esempio il commento di Eduardo De Filippo, che dopo la sua interpretazione di “Molly cara” sentenziò «Chesta è o vierbo nuovo». Poi ci sarà certo modo di sfiorare i clamorosi successi teatrali, nel cinema d’autore, fino alle recenti rivelazioni televisive… E poi Piera come donna, i suoi amori impossibili e quelli possibili, il rapporto profondo e controverso con la mamma, la lezione preziosa ricevuta dal papà – di cui raramente prima ha parlato – la passione per Bologna, gli incontri fondamentali, con la scrittrice Dacia Maraini e il regista Marco Ferreri, con Lucio Dalla, De Chirico e tante altre personalità dell’arte e della cultura che lei ha saputo ispirare.

Ma un’attrice come Piera Degli Esposti non può stare in scena senza donare qualcosa del suo talento. Ecco allora la conclusione con alcune splendide pagine di teatro: D’Annunzio, Beckett, Campanile…

“Wikipiera”va in scena al Teatro Miela da giovedì 9,  venerdì 10 a sabato 11 marzo alle ore 21, per la stagione altripercorsi del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia.

Per i posti ancora disponibili ci si può rivolgere presso tutti i punti vendita dello Stabile regionale, i consueti circuiti o accedere attraverso il sito www.ilrossetti.it alla vendita on line. Ulteriori informazioni al tel 040-3593511.

[Serenella Dorigo]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi