Arrestato per stalking: perseguitava la moglie con telefonate minatorie

Trieste – La Polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, adottata dal GIP di Trieste su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di un cittadino italiano di 45 anni, autore di ripetuti atti di persecuzione ai danni della moglie, con cui è in corso un procedimento di separazione legale.

In particolare, a partire dagli ultimi mesi dello scorso anno, l’uomo contattava quotidianamente la moglie con numerose telefonate e messaggi dal contenuto offensivo e minaccioso, manifestando più volte l’intenzione di uccidere sé stesso e la donna, generando altresì in quest’ultima un clima di terrore e preoccupazione, anche per l’incolumità dei figli minori.

Nell’ambito dell’attività d’indagine, curata dal personale del Commissariato di San Sabba con il coordinamento della Procura della Repubblica di Trieste, nei confronti dell’uomo era stata già eseguita la misura cautelare del divieto di avvicinamento e di comunicazione con la moglie.

Ciononostante, contravvenendo a quanto disposto dal Giudice, l’uomo aveva continuato ad inviare alla donna messaggi offensivi e minacciosi; pertanto, la locale Autorità Giudiziaria ha deciso di aggravare la misura.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi