Arriva Arti e Sapori. Zoppola in festa accoglie 100 artisti di strada da tutto il mondo

Pordenone – Ritorna il 2, 3, 4 agosto a Zoppola (Pn) l’allegra invasione dei buskers. Arti e Sapori, 15ª Fiera Internazionale dello Spettacolo di Strada organizzata dalla Proloco del Comune di Zoppola e promossa dall’Amministrazione Comunale trasforma per tre giorni la cittadina pordenonese in un grande teatro a cielo aperto dove più di 100 artisti tra musicisti, acrobati, clown e giocolieri si esibiscono nelle piazze e lungo le vie del centro storico. Molto originale l’immagine grafica che accompagna la comunicazione della manifestazione e che riprende un’opera dell’artista pordenonese Simone Prudente con il messaggio #tuttipossonovolare.

Insieme al Festival di Brocante con cui c’è una stretta collaborazione nella definizione del programma artistico, Arti e Sapori è nell’estate 2019 uno dei più importanti appuntamenti in Regione per le compagnie europee di spettacolo di strada che, grazie al programma stimolante della manifestazione, possono qui esprimersi al meglio e incontrare tanti altri colleghi in una sorta di meeting del circo contemporaneo. Internazionale e molto spettacolare il programma artistico della manifestazione, curato dall’Associazione Circo All’Incirca di Tavagnacco (Ud), che spazia attraverso le 3 grandi anime del circo contemporanea: acrobazia, comicità, musica, generi che spesso si mescolano e sovrappongono negli spettacoli.

Ogni spettacolo racconta una storia che gli artisti vogliono condividere con il pubblico di Zoppola. “Non sempre è facile trovare la motivazione per andare à lavorare quindi chiederemo l’aiuto degli spettatori per uscire dalla monotonia della quotidianità” – questo è l’appello dei 4 componenti della compagnia DécoNposés che attraverso le 4 discipline circensi, portes, quadro aereo, tessuto ballant e giocoleria, s’interrogano sulla rottura delle abitudini, sulla ricerca di spontaneità e sull’importanza di prendere la vita con una giusta dose di leggerezza.

“C’è un momento nella vita in cui ci si rende conto che è finita un’epoca: quando sull’autobus i bambini cominciano a darti del lei. In quell’istante nasce incontrollabile dentro di te un’ostilità mai provata nei confronti del responsabile di questa catastrofe: l’impietoso ed inesorabile Tempo”. Questo è il cruccio sul quale dibatte il Dittico Elalù durante un immaginario viaggio in Cina nel quale la realtà si confonde con il sogno popolato da personaggi surreali e bizzarri.

Grande ritorno a Zoppola per la compagnia Madame Rebinè che si esibirà nel “Giro della piazza”, una commedia circense divertentissima che si ispira al “Giro d’Italia”, un percorso ciclistico insidioso che negli anni ha visto lo sbocciare di atleti quali Bartali, Coppi e Pantani e che a Zoppola porterà in pista le promesse del ciclismo italiano. Chi sarà il vincitore? Andrea Brunello, il ciclista veloce e snello ma soprattutto bello o Tommaso, il ciclista dal grande naso? Per scoprirlo non resta che scendere in piazza e fare il tifo per il vostro preferito.

Come suggerisce il nome stesso, l’altro grande protagonista di Arti e Sapori è la ricchissima proposta enogastronomica in cui i prodotti del territorio sono protagonisti: nei 26 chioschi allestiti da ristoratori, e associazioni ai prodotti tipici e alle specialità locali si affianca anche una gustosa selezione di birre artigianali, vini del territorio e street food in chiave gourmet.

Gnocchi con le patate di Ovoledo, gamberi di Orcenico, frico, carne allo spiedo e alla griglia rigorosamente a km 0, sardelle fritte, bigui in salsa, seppie in umido, baccalà, polenta e spezzatino, sono alcuni dei piatti della tradizione veneto friulana che si potranno degustare a Zoppola accompagnati dalle birre di 9 produttori artigianali, dai vini di alcune cantine della provincia di Pordenone e del Collio friulano e dagli aperitivi e cocktails a base Grappa Pagura di Castions di Zoppola, unica distilleria friulana artigianale ancora operativa.

Tante le novità dell’edizione 2019: presenti per la prima volta ad Arti e Sapori menù completamente dedicati alla cucina friulana, siciliana e argentia e il grande ritorno della proposta che mescola gli aromi e la tecnica di cottura lenta e affumicata del barbecue americano con la carne a km 0 e uno presidio slow food friulano. Il risultato è il panino con il pulled pork che si può degustare al chiosco della Proloco con la farcitura a base di cipolla rossa di Cavasso.

Arti e Sapori non dimentica i visitatori vegani e vegetariani: a loro sono dedicati piatti particolari in quasi tutti gli stand.

Ad accompagnare i tanti visitatori lungo le vie di Zoppola anche un mercatino di artigiani, artisti, hobbisti con oltre 100 bancarelle tra cui spicca quest’anno l’angolo delle delizie con prodotti agroalimentari di eccellenza: la cipolla di Cavasso, lo Zafferano di Dardago, la pitina della Valcellina e una selezione dei migliori tartufi italiani.

Arti e Sapori Zoppola cerca di ridurre al minimo l’impatto ambientale dei 3 giorni di manifestazione grazie all’uso di stoviglie riutilizzabili, bevande alla spina, acqua gratuita direttamente dalla casetta, prodotti a km 0 e modalità di comunicazione legate soprattutto al web. La regione Friuli Venezia Giulia ha premiato questo impegno degli organizzatori assegnando a questa manifestazione il titolo di Ecofesta.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi