Assestamento di bilancio regionale: rifinanziato il Fondo anticrisi per le imprese

Trieste – L’operatività del Fondo per il finanziamento degli interventi anticrisi a favore delle imprese artigiane e a sostegno delle attività produttive, così come quella del Fondo destinato a sostenere le imprese commerciali, turistiche e di servizio, proseguirà almeno fino a tutto il 2019 grazie a una specifica disposizione, proposta dall’assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, inserita nel disegno di legge relativo all’assestamento di bilancio 2018.

“In questo modo – afferma Bini – diamo fondamentale ossigeno alle imprese che rischiavano di vedere scaduti a breve i termini”.

“È un primo provvedimento strategico – spiega l’assessore – che prelude a un confronto con tutti gli attori del sistema regionale a favore dell’accesso al credito in funzione di un riordino complessivo della normativa e degli strumenti regionali da realizzare nel 2019”.

Si tratta di fondi di rotazione, la cui amministrazione spetta al comitato di gestione del Frie (Fondo di rotazione per le iniziative economiche) con i quali vengono concessi finanziamenti alle imprese della regione per il consolidamento dei debiti a breve termine in debiti a medio e lungo termine, oppure per far fronte ad esigenze di liquidità per lo svolgimento dell’attività d’impresa.

In particolare, alle imprese richiedenti sono concessi, tramite Banca Mediocredito Fvg, finanziamenti d’importo massimo pari a 300mila euro al tasso fisso dell’1 per cento, da restituire nel termine massimo di 10 anni. La dotazione permanente dei due Fondi ammonta a 44 milioni di euro.

I finanziamenti dei Fondi anticrisi rappresentano, soprattutto per le piccole imprese, un’importante opportunità con la quale rafforzare la propria struttura finanziaria sia al fine di rilanciare l’attività economica e produttiva sia per riequilibrare la situazione finanziaria a fronte di temporanee tensioni dovute al peso dei debiti a breve o alla mancata riscossione di crediti.

L’accesso a questi finanziamenti agevolati è facilitato dalla collaborazione con l’attività svolta dai Consorzio garanzia fidi.

Circa l’80 per cento dei finanziamenti finora concessi, infatti, sono stati assistiti da interventi dei Confidi, che si sono confermati, grazie alla loro vicinanza con le piccole e medie imprese, fondamentali punti di contatto sul territorio tra imprese e iniziative regionali di agevolazione dell’accesso al credito.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi