Due biplani ed un triplano hanno salutato la “Salita dei Campioni Trieste-Opicina”. Le foto

Trieste –  I biplani Spad XIII (quello di Francesco Baracca) e Tiger Moth de Havilland, nonché il mitico triplano Fokker DR 1 che fu del leggendario barone Von Richtofen più noto come il Barone Rosso, tutti risalenti alla Prima Guerra mondiale, si sono alzati in volo su Opicina domenica 2 aprile.

Alle 12.20 circa, con la Trieste-Opicina in pieno corso, i tre biplani tanto attesi sono comparsi da Nordest, provenienti da Prosecco, e per dieci minuti le automobili storiche sono passate in secondo piano.

Le evoluzioni degli antichi velivoli hanno tenuto all’insù tutti i nasi che si trovavano all’obelisco di Opicina. Una classica fumata tricolore esce dal biplano di Baracca, seguito dallo spendido triplano del Barone Rosso e poi il bellissimo terzo biplano, il Tiger, di colore giallo.

Evoluzioni incrociate e scie colorate con cambi di posizione e parate in scia hanno aggiunto un tocco prelibato alla già nutrita gara sull’asfalto di spendide signore su 4 ruote vissute anche all’inizio del ’900: la “Salita dei Campioni Trieste-Opicina”, che ha rinnovato i fasti della gloriosa Trieste-Opicina d’un tempo.

Ecco la fotogallery con gli storici aerei:

Prima delle auto d’epoca è stata la volta delle moto storiche che con il loro fragore hanno percorso il tratto da Trieste ad Opicina, facendosi sentire già molto prima del loro arrivo all’obelisco, dov’era situato il traguardo.

L’evento “Salita dei Campioni Trieste-Opicina” ha portato alla ribalta il fascino dei motori di ogni età. Alle auto storiche si sono aggiunti, nel contesto della manifestazione, altri mezzi d’epoca come biciclette, Vespe, Lambrette, autobus, mezzi militari storici ed oggi anche aerei.

Qui la fotogallery della gara e dei paramotoristi acrobatici:

Qui la fotogallery con l’esposizione delle auto e moto storiche:

[©Stefano Savini – Tutti i diritti riservati]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi