È morto il politico e scrittore Stelio Spadaro, storico esponente della sinistra triestina

Trieste – Stelio Spadaro, politico e scrittore, è morto a Trieste all’età di 84 anni. Da tempo era sofferente per una malattia. Era nato ad Isola d’Istria nel 1934.

Docente di storia e filosofia presso il liceo scientifico Galileo Galilei, fu storica figura della sinistra triestina.

In particolare, fu protagonista della svolta che dal Partito comunista italiano portò, nel 1991, al Partito democratico della sinistra.

“Stelio Spadaro, dalla nostra città, ha saputo contribuire all’evoluzione della sinistra nel nostro Paese, aiutando in particolare la politica a guardare con occhi diversi le vicende storiche del confine Orientale”.

Così il vicepresidente della Camera Ettore Rosato ha ricordato Stelio Spadaro, il politico della transizione dal Pci al Pds, di cui fu primo segretario a Trieste.

“Tante volte con le nostre idee ci siamo incontrati, in altri casi – ha aggiunto Rosato – ci siamo confrontati da posizioni diverse. Ma ho sempre avuto grande affetto per la sua persona, stima e rispetto per la sua visione e per il coraggio con il quale ha contribuito ad aprire una stagione nuova, moderna per la nostra città”.

L’onorevole Debora Serracchiani, da parte sua, ha espresso il suo “commosso cordoglio per la perdita di un importante e storico punto di riferimento della sinistra triestina. Fine intellettuale, politico di vaglia, testimone dell’esodo istriano, ho avuto la fortuna di sperimentare la sua schiettezza e il suo affetto. Non lo dimenticherò”.

Tra i suoi libri ricordiamo: “L’altra questione di Trieste. Voci italiane della cultura civile giuliana 1943-1955”, “L’europeismo nella cultura giuliana”, “Ultimo colpo di bora. Una sinistra riformista a Trieste”

Print Friendly, PDF & Email

Condividi