Fincantieri, buono il bilancio 2018. L’AD Giuseppe Bono: “un futuro ancora migliore”

Trieste – Nel 2018 Fincantieri ha conseguito “grandi successi commerciali” e ora guarda avanti a “un futuro ancora migliore”.

Ad affermarlo l’amministratore delegato del gruppo navalmeccanico, Giuseppe Bono, presentando agli analisti finanziari i risultati dello scorso esercizio approvati il 25 febbraio dal Consiglio di Amministrazione. Dopo l’annuncio Fincantieri ha segnato +11% in Borsa.

“Nel 2018 abbiamo avuto grandi successi commerciali con un impressionante numero di nuove navi, 27 di cui 14 da crociera, da otto diversi clienti. Il nostro portafoglio ora include tutti i più grandi operatori al mondo”, ha sottolineato Bono. E ora “come management abbiamo ancora molto da fare per un futuro ancora migliore. Manterremo il nostro focus sulle iniziative strategiche”, ha detto Bono.

“Il nostro backlog (serie di lavorazioni in attesa di essere eseguite, ndr.) totale – ha proseguito – include 116 navi e raggiunge il livello record di 34 miliardi di euro, assicurando lavoro per noi e i nostri fornitori. E importante dire che il nostro backlog è al sicuro: gli ordini inclusi nel nostro piano di crescita sono completamente finanziati”.

Quanto poi alle performance finanziarie, “i ricavi – ha detto Bono – sono aumentati di almeno il 10% a 5,5 miliardi di euro e l’ebitda (utili prima degli interessi, delle imposte, del deprezzamento e degli ammortamenti, ndr.) e il risultato netto adjusted (rettificato e normalizzato, ndr.) di più del 20%”.

“Proseguendo la politica sostenibile di dividendi, abbiamo proposto un dividendo di 1 cent per azione. Dal punto di vista operativo, continuiamo a mantenere la nostra impeccabile reputazione con la consegna di 35 navi di 15 differenti cantieri”.

Su Stx “siamo fiduciosi che le nostre ragioni saranno prese in considerazione”, ha sottolineato Bono. “Abbiamo firmato un accordo con il governo francese per l’acquisizione del 50% (più 1% in affitto) dei Chantiers de l’Atlantique. L’acquisizione è soggetta all’approvazione delle Autorità antitrust. Francia e Germania hanno deciso di sottoporre l’operazione alla Commissione europea. Lavoreremo con la Ue per impostare un quadro competitivo dell’acquisizione con l’obiettivo di accelerare il processo che confidiamo avrà un esito positivo”.

Tutti i numeri di Fincantieri nel comunicato ufficiale dell’azienda

Print Friendly, PDF & Email

Condividi