Gorizia, crolla palazzina. Ritrovate morte tra le macerie le tre persone che vi abitavano

GORIZIA – Tre corpi senza vita sono stati estratti dalle macerie di una palazzina di due piani crollata a Gorizia.

In un primo momento è stata rinvenuta tra le macerie la coppia dispersa. Poi è stato trovato il corpo di una terza vittima, probabilmente la persona disabile che si cercava.

Alle 4.20 di giovedì 20 giugno, probabilmente a seguito di una fuga di gas, si è verificata un’esplosione che ha causato il crollo di un solaio in un piano rialzato di una palazzina di 2 piani.

La palazzina, situata in via XX Settembre 72/74, è crollata completamente. Sul posto sono giunti anche i carabinieri della Comando provinciale di Gorizia.

I militari hanno riferito che la palazzina era costituita di tre appartamenti: uno vuoto al momento dello scoppio, un altro occupato da una sola persona, disabile, e un terzo dalla coppia.

Listata a lutto la 76esima seduta del Consiglio regionale, aperta dal presidente Piero Mauro Zanin e dal presidente della Giunta, Massimiliano Fedriga informando l’Aula del grave incidente.

“Si stanno accertando le cause della fuga – ha detto Fedriga – e si sta verificando la staticità delle palazzine adiacenti in quanto danneggiate anch’esse. Esprimo tutta la vicinanza della Regione ai parenti delle vittime e cercherò di capire cosa abbia causato questa tragedia, perché è assurdo e inaccettabile che nel 2019 si muoia per una fuga di gas”.

Il presidente Zanin ha quindi chiesto all’Aula di rispettare un minuto di silenzio.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi