Identificare molecole efficaci contro il Covid-19: anche Elettra partecipa al progetto

Trieste – Anche Elettra Sincrotrone Trieste partecipa al grande progetto europeo per contrastare la pandemia da COVID-19, con dentro l’eccellenza scientifica italiana.

Si tratta del progetto EXSCALATE4CoV (E4C) finanziato all’interno del programma Horizon 2020 per la ricerca e l’innovazione. Attivo dalla seconda metà di febbraio a seguito di un bando emanato con urgenza dalla Commissione Europea, il progetto è composto da 18 partner pubblici e privati provenienti da 7 paesi europei.

Guidato dalla Dompè Farmaceutici S.p.A., il consorzio vede la partecipazione italiana dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive Spallanzani, del Politecnico e dell’Università degli studi di Milano, del consorzio CINECA, di Elettra Sincrotrone Trieste, dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e delle Università Federico II di Napoli e quella di Cagliari.

Il finanziamento da parte della Commissione Europea è di 3 milioni di euro. Al centro del progetto c’è EXSCALATE (EXaSCale smArt pLatform Against paThogEns), la piattaforma di supercalcolo più performante al mondo, con una frequenza di analisi di 3 milioni di molecole al secondo prelevate da una “biblioteca chimica” di 500 miliardi di molecole.

L’obiettivo è quello di identificare molecole efficaci dal punto di vista terapeutico contro il Covid-19 e strutturare un modello operativo di intervento efficace per contrastare future epidemie virali.

Il progetto si propone di individuare i farmaci più sicuri e promettenti per il trattamento immediato della popolazione già infetta dal virus SARS-CoV-2 e successivamente si concentrerà nell’individuazione di molecole capaci di inibire la patogenesi del coronavirus per contrastare i contagi futuri.

I risultati saranno resi pubblici e messi a disposizione della comunità scientifica internazionale.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi