Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte a Trieste tra Miramare, convegno Acli e Rittmayer

Trieste – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è a Trieste venerdì 14 settembre. Secondo il programma previsto, attorno alle 13.45, al Castello di Miramare, il capo del governo avrà un colloquio privato con il presidente della Regione Massimiliano Fedriga.

Successivamente, il presidente del Consiglio, il sottosegretario alla Famiglia e disabilità, Vincenzo Zoccano e il governatore Fedriga, insieme con la direttrice del Museo Storico e Parco del Castello di Miramare, sigleranno la manifestazione di intenti che consentirà al Parco di diventare accessibile alle persone con ogni tipo di disabilità.

Attorno alle 15.00 Conte interverrà al 51/o Incontro Nazionale di Studi delle Acli (Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani) alla Stazione Marittima di Trieste.

L’incontro delle Acli di quest’anno a Trieste ha il titolo “Animare la città” e intreccia cultura, politica e momenti aperti alla città: studio e confronto, presso la Stazione marittima, ed eventi in piazza in prossimità del gazebo allestito dal Comune.

Tra lacerazioni e disuguaglianze del nostro tempo, vengono analizzate due “fratture”: quella generazionale e quella territoriale.

Attraverso il lavoro e l’azione sociale, le Acli operano per dare un’anima ai legami che rafforzano coesione e solidarietà. L’Europa, la Chiesa (convocata da Papa Francesco a Sinodo sui giovani) e il mondo del lavoro sono i contesti di appartenenza e di impegno. Le Acli dialogano con la politica e fanno proposte per un progetto per l’Italia.

Quattro le ricorrenze che vengono ricordate: 100 anni dalla Grande Guerra e dalla nascita di Livio Labor; 50 dagli eventi del ’68; e 40 dalla riforma Basaglia, nata proprio nel capoluogo triestino. Qualunque progetto ha bisogno di idee, di risorse e di azioni, ma è nullo se non c’è un’anima che lo tiene insieme.

Verso le ore 16.00, il premier visita l’Istituto regionale Ryttmeyer per ciechi, dove incontra, fra gli altri, i presidenti delle Federazione italiana per il Superamento dell’Handicap e della Federazione Associazioni nazionali delle persone con disabilità, Vincenzo Falabella e Franco Bettoni.

Successivamente è prevista la partenza del presidente del Consiglio per Genova dove prenderà parte alla cerimonia in ricordo delle vittime del crollo del Ponte Morandi.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi