Maltempo e piogge record in Friuli Venezia Giulia. Allagamenti a Grado e Lignano

Palmanova (Ud) – Prosegue l’ondata di maltempo che si è abbattuta nel fine settimana sul Friuli Venezia Giulia. Si segnalano ingenti danni per allagamenti, cabine ed ombrelloni divelti a Grado e Lignano a causa del forte vento di Scirocco, pioggia e mareggiate.

A Udine e dintorni si segnalano edifici scoperchiati, sottopassi allagati e cadute di alberi. A Prepotto alcune strade sono interrotte per frane.

Nella notte tra sabato 9 e domenica 10 settembre a Grado (Go) in meno di un’ora sono caduti 18 mm di pioggia, allagando alcune strade del centro cittadino.

Una forte bufera di vento ha causato danni nella zona fra il Palacongressi e il Palasport; sono stati divelti alcuni gazebi, varie cabine, tettoie e la copertura del tendone del Tennis Club. Numerose le segnalazioni per negozi e scantinati allagati.

Danni e disagi sono segnalati anche a Castelnuovo del Friuli (Udine), dove è esondato un rio, e a Udine, dove si è allagato un sottopasso. In mattinata, bufere di vento e pioggia hanno causato la caduta di alberi a Pagnacco e Martignacco, in provincia di Udine.

Nel corso del pomeriggio-serata di domenica, a Lignano Sabbiadoro e Latisana si sono verificati
allagamenti nelle strade, ai piani bassi delle abitazioni, a negozi e scantinati.

Nella zona sono al lavoro una quarantina di volontari della Protezione Civile comunale, che stanno bonificando le aree alluvionate. Oltre una sessantina le richieste di intervento alla sala operativa dei Vigili del Fuoco.

La pioggia e i temporali inoltre hanno causato allagamenti a Torviscosa (Ud), nella zona del “Villaggio Roma” e a Moimacco.

Le piogge dovrebbero rallentare a partire dalla serata di lunedì 11 settembre, per poi riaffacciarsi il prossimo fine settimana.

Un vero peccato per le strutture turistiche regionali, che dopo una stagione estiva da record devono rinunciare ai weekend di settembre, tradizionalmente molto amati dalla clientela.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi