Pescati su autobus senza biglietto, erano armati di coltelli

Trieste – Nel pomeriggio del 20 settembre un uomo, D.D.S., nato nel 1991 a Udine e residente in città, già noto alle forze dell’ordine, ha minacciato con un coltello due guardie giurate in via Alberti.

A bordo del bus della linea 29, i due avevano riscontrato il mancato possesso del titolo di viaggio da parte dell’uomo ed erano scesi dal mezzo.

Gli agenti della Squadra Volante hanno identificato l’uomo che, dopo le formalità di rito, è stato denunciato per minacce aggravate e per il porto abusivo del coltello.

Analogo intervento nel primo pomeriggio in viale Campi Elisi per un uomo che, trovato senza biglietto, non voleva fornire le proprie generalità alle guardie giurate.

Gli agenti lo hanno identificato per O.S., cittadino sloveno nato nel 1955 a Lubiana. A suo carico un provvedimento emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Perugia del novembre 2016 che ne disponeva l’esecuzione della misura di sicurezza dell’espulsione dal territorio nazionale.

Nel marsupio dell’uomo un coltello a scatto di metallo e legno, motivo per il quale è stato denunciato per il porto abusivo dello stesso.

Dopo gli accertamenti e le formalità di rito, l’uomo – che era già stato allontanato dal Paese nell’ottobre 2017 – è stato accompagnato presso l’ex valico confinario italo-sloveno di Rabuiese, ristabilendo di fatto il divieto di ritorno in Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi