“Primi passi nella lingua tedesca” un progetto per avvicinare i più piccoli alle lingue straniere

È stato presentato nella sala giunta del Comune di Trieste, il progetto “Primi passi nella lingua tedesca”. Promosso dal Comune di Trieste, il progetto nasce in seno al Goethe Zentrum Triest. Avviato da pochi giorni, esso coinvolge fino ad aprile di quest’anno, diciassette scuole dell’infanzia cittadine e oltre quattrocento bambini dell’ultimo anno, con lo scopo di avvicinare i più piccoli alla cultura e alla lingua tedesca mediante un approccio ludico.

L’iniziativa è stata presentata dall’assessore all’Educazione del Comune di Trieste e da Anna Cargnello, coordinatrice del Goethe-Zentrum Triest, l’associazione culturale senza fini di lucro che ha come scopo la diffusione della lingua e della cultura tedesca, che ha sottolineato che “si tratta di un progetto che stiamo seguendo ormai dal 2006 e che quest’anno abbiamo deciso di regalare alla Città, grazie al finanziamento del Goethe Institut“.

L’obiettivo è quello di far familiarizzare i bambini con il suono della lingua tedesca, ma soprattutto di “aprire una finestra” su usi e costumi diversi dai nostri, un modo di abituarlo all’ascolto e alla conoscenza dell’altro. Il bambino prende contatto con la lingua straniera nel modo più naturale possibile ricreando situazioni e contesti propri della vita di tutti i giorni. L’esposizione a una seconda lingua fin da piccoli è risaputo ormai essere una grande opportunità per i bambini con conseguenze positive per la loro crescita. Anche se il bambino non è in grado di comprendere tutto ciò che ascolta, sa però distinguere la lingua che gli è già familiare da un’altra. Proprio per questo non bisogna temere che esporre il proprio bambino a una lingua straniera possa generare confusione.

Le Scuole dell’Infanzia Comunali coinvolte sono: L’Isola dei Tesori, Delfino Blu, Sorelle Agazzi, M. Silvestri, Il giardino dei sogni, Rena Nuova, Stella Marina, Mille Bimbi, Casetta Incantata, Giochi delle Stelle, Cuccioli, Mille Colori, Don Chalvien, Azzurra, Borgo Felice, G. Pollitzer, F. Aporti.

Il progetto “Primi passi nella lingua tedesca” vedrà coinvolti i bambini in cinque incontri di trenta  minuti ciascuno condotti da un’insegnante madrelingua del Goethe-Zentrum Triest, con la compresenza di un’insegnante della scuola che ospita il laboratorio.

L’approccio è di tipo ludico: viene dato largo spazio al canto e alle attività di tipo motorio. I bambini ricevono delle schede che possono compilare in classe con le maestre, raccogliere e alla fine del percorso portare a casa e conservare. Gli incontri trattano di usi e costumi, festività relative al periodo dell’anno in cui si svolgono gli incontri. Inoltre i bambini imparano un piccolo gruppo di vocaboli legati alla loro vita appresi attraverso il gioco e brevi canzoncine: le forme di saluto, i numeri da 1 a 10, i colori animali o a comprendere ed eseguire semplici consegne come alzarsi e sedersi, girarsi, battere le mani. La Scuola riceve un certificato di partecipazione.

Al termine del progetto è previsto un piccolo evento conclusivo dedicato ai bambini e ai loro genitori.

Una scelta, quella del tedesco, che si riallaccia anche alla cultura della città che ne presenta ancora tracce. L’esperienza consolidata e pluridecennale insieme alla possibilità di disporre di insegnanti madrelingua altamente qualificati fanno del Goethe-Zentrum Triest la realtà in città e in regione più accreditata nell’apprendimento della lingua e della cultura tedesca e il partner più idoneo allo sviluppo di questo progetto.

Le attività proposte dal Goethe per i bambini escono anche dai percorsi scolastici. Ad esempio, sabato 24 marzo per i bambini dai 5 ai 10 anni si svolgerà il laboratorio ludo-didattico sul tema della Pasqua (www.goethezentrumtriest.it).

Print Friendly, PDF & Email

Condividi