Tutto pronto per un inverno in piena regola: Dolomiti friulane e Carnia di nuovo imbiancate

FVG – Come da previsioni, il fine settimana ha segnato una svolta netta verso un inverno “tradizionale”: neve oltre gli 800 metri, pioggia nelle valli e in pianura, freddo, bora sulla costa.

Neve che i metereologi prevedono ripresentarsi nel corso della settimana, tra mercoledì e giovedì.

Da domenica 26 novembre a martedì si profila qualche giorno di sole ma con temperature in calo. Saranno possibili gelate notturne.

Martedì si avvicinerà un nuovo fronte freddo atlantico preceduto dall’afflusso di aria più umida da sud-ovest. La perturbazione porterà nuove precipitazioni, con quota neve in diminuzione da 800 a 400 metri.

Giovedì i fenomeni si attenueranno, anche se nella mattinata qualche debole precipitazione potrà trasformarsi in fiocchi di neve fino a 300 metri.

Promotur aveva già iniziato a rinforzare il manto nevoso con i cannoni sparaneve e proseguirà con le immissioni anche nei prossimi giorni se le temperature e le condizioni di umidità resteranno propizie.

L’apertura degli impianti è prevista ufficialmente l’8 dicembre, ma se le condizioni meteo lo permetteranno – e ci sono tutte le premesse – la stagione potrebbe partire già il prossimo fine settimana.

Nel vicino Cadore, a Cortina, Civetta, Tre Cime, Carezza, Arabba, Col di Lana e passo Rolle, gli impianti sono stati aperti già questo weekend.

Nella foto, fermo immagine della webcam Promotur sul Lussari, alle 15 del 26 novembre.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi