Rugby, serie A. Finale con il botto per Udine. Battuto Parabiago 56-12

Udine – Udine chiude alla grande una stagione difficile sfoderando sul rettangolo del Rugby Stadium una prestazione magistrale. Parabiago viene battuto con un pesante 56 a 12, frutto di 7 mete bianconere contro le due dei lombardi. Una partita dove i friulani hanno finalizzato una serie di azioni spettacolari, che hanno fatto spellare le mani al pubblico del “Gerli”. Ancora una tripletta per lo scatenato Rigutti, ancora una partita da “man of the match” per Properzi Curti e passo d’addio per Antonio Giannangeli, degno epilogo di una bella carriera agonistica durante la quale ha militato per diverse stagioni nel club bianconero. In evidenza anche Balzi e solita partita di sostanza di Tiziano Picchietti. Ma tutta la squadra si è espressa ad alti livelli, dimostrando di possedere un potenziale che quest’anno, spesso, non ha potuto mettere a frutto per una serie di piccole carenze e qualche circostanza sfortunata “Bravi tutti – è il commento del presidente Massimo Ferrarin – un finale, con le due vittorie su Milano e Parabiago, che ci fa guardare con fiducia alla prossima stagione. Da domani si comincia a lavorare sulla formazione per il nuovo campionato. Il telaio è già di qualità. Con qualche innesto nei ruoli giusti possiamo candidarci ad un ruolo da protagonisti nella nuova serie A”.
In C1, anche qui ultima giornata, la formazione cadetta ha perso con l’onore delle armi in casa della capolista Bassano, impostasi per 34 a 19.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi