Tagli al personale, sciopero dei quotidiani “Il Piccolo” e “Messaggero Veneto”

Trieste/Udine – Il Gruppo Editoriale Gedi ha illustrato in data 13 novembre 2019 il piano di ristrutturazione delle attività poligrafiche che prevede il trasferimento a Torino di alcune attività di tipografia.

Pesante il contraccolpo nella nostra Regione con 24 esuberi di cui 12 presso il quotidiano “Il Piccolo” e 10 al Messaggero Veneto.

La Manzoni & C, storica concessionaria di pubblicità di proprietà di Gedi, chiude le filiali sparse sul territorio nazionale trasferendo tutte le attività presso la sede di Milano.  A Trieste sono 7 i lavoratori coinvolti.

Per il nostro territorio si tratta di un numero rilevante di addetti con una grave ricaduta occupazionale e di professionalità in un settore che necessità di politiche di sostegno alla trasformazione in atto.

Dopo la dichiarazione dello stato di agitazione da parte delle segreterie nazionali Slc-cgil, Fistel-cisl e Uilcom-uil, le rappresentanze sindacali locali intendono mettere in campo tutte le azioni necessarie per la salvaguardia dei posti di lavoro coinvolgendo le istituzioni per affrontare la vertenza nelle sedi più idonee.

Per i sindacati il piano di riorganizzazione “è un duro attacco ai quotidiani del territorio e all’informazione locale, in un settore dove i lavoratori sono già stati pesantemente colpiti dalle precedenti riorganizzazioni”.

Per queste ragioni viene proclamato uno sciopero per l’intero turno di lavoro di sabato 16 novembre 2019 per i lavoratori poligrafici del quotidiano “Il Piccolo” di Trieste e del “Messaggero Veneto” di Udine (impedendo così l’uscita in edicola domenica 17 novembre).

Print Friendly, PDF & Email

Condividi