Tamponamento, muore l’autista di un camion in A4 in una mattinata di incidenti a ripetizione

Palmanova – L’autista di un camion è morto in un incidente stradale avvenuto nella mattinata del 21 maggio in A4, all’altezza di Villesse, in direzione Venezia. Il camion ha tamponato un autoarticolato e il conducente del veicolo è morto.

La mattinata ha visto incidenti a ripetizione sull’A4, uno dei quali ha causato anche l’abbattimento di una pensilina e il danneggiamento di un pilone portante.

Alle 6,00 il primo incidente, fra San Giorgio di Nogaro e Latisana in direzione Venezia. Lo scoppio di una gomma di un camion ha provocato il suo sbandamento; il mezzo si è messo completamente di traverso, sbarrando le carreggiate.

Immediata la chiusura del tratto con conseguenti forti congestioni al traffico. Sei i new jersey del guard rail centrale che sono stati spostati dal mezzo pesante a causa dell’impatto e hanno invaso la carreggiata opposta, in direzione Trieste.

Quattro vanno sostituiti perché nonostante si tratti di manufatti del peso di 50 quintali l’uno sono stati notevolmente danneggiati.

Il tratto San Giorgio – Latisana è rimasto chiuso al traffico.

Verso le 7 e 30 del mattino il secondo incidente: un autocarro ha centrato la parte iniziale del guard rail (cuspide) che delimita la pista di ingresso al casello e ha poi colpito la pensilina e il pilone.

Ci sono volute quasi due ore per rimuovere il mezzo.

Praticamente nella stessa fascia oraria si è verificato l’incidente mortale, che ha richiesto la chiusura dell’autostrada A4: un tamponamento avvenuto all’altezza del centro commerciale Tiare in direzione Venezia.

Un furgone e un mezzo pesante i veicoli coinvolti. Per l’autista del furgone, rimasto incastrato fra le lamiere, non c’è stato nulla da fare nonostante il prodigarsi dei soccorritori.

L’autostrada è rimasta chiusa o a lungfra Villesse e Palmanova in direzione Venezia ed è stata riaperta alle 14.00.

Sul posto sono intervenuti il personale di Autovie (ausiliari alla viabilità e manutenzione d’urgenza), la Polizia Stradale, il 118, il 115 e i soccorsi meccanici per la rimozione dei mezzi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi