Triestino ferito da coltellate: identificato e denunciato l’autore dell’aggressione

Trieste – Poco prima delle 8 dell’8 gennaio, le Volanti e le pattuglie della Squadra Mobile della Questura di Trieste sono intervenute all’altezza del civico 24 di Via Flavia dove era stata segnalata dalla sala operativa del 118 la presenza in strada di un uomo ferito con copiosa perdita di sangue.

L’uomo, un triestino di 45 anni, senza fissa dimora e con precedenti penali, aveva diverse ferite alla spalla, al braccio e al polso sinistro; medicato e sottoposto alle prime cure è stato ricoverato all’ospedale di Cattinara.

Gli agenti di Polizia hanno subito sentito la versione della vittima, che riferiva di aver subito l’aggressione e il successivo furto di alcuni effetti personali da parte di un conoscente indicato in B.M., 62 anni, di Trieste, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, la persona, in materia di stupefacenti e altro, mentre si trovava ospite all’interno dell’appartamento di un’amica in via Catalani.

Sono immediatamente scattate le ricerche dell’indagato, che è stato rintracciato a bordo della propria vettura, una Opel Zafira, nei pressi di via Benussi.

L’uomo ha ammesso le proprie responsabilità, giustificando l’aggressione come conseguenza di un asserito furto di una somma di denaro subito nella notte precedente, in ordine al quale nutriva sospetti sulla vittima.

Lo stesso B.M. ha condotto gli agenti nei pressi di una chiesa poco distante dove, nascosto vicino ad un albero, sotto delle foglie, c’era il coltello utilizzato per il ferimento, sottoposto a sequestro penale ed acquisito dalla Polizia Scientifica per gli accertamenti.

In sede di perquisizione domiciliare e personale sono stati trovati e sequestrati i pantaloni indossati dall’uomo, che presentavano evidenti tracce di sangue, nonché il portafoglio della vittima.

Anche nell’appartamento nel quale era stato commesso il ferimento, e lungo le scale condominiali, c’erano macchie di sangue.

Al termine delle indagini, d’intesa con la locale Autorità Giudiziaria, B.M. è stato deferito alla Procura della Repubblica di Trieste che coordina le indagini.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi