Trovato morto in un canalone l’escursionista disperso sul monte Chiampon

Gemona del Friuli – L’escursionista di Venezia disperso sul Chiampon dalla serata di lunedì 16 ottobre è stato ritrovato senza vita.

Il corpo è stato individuato dai soccorritori del Soccorso Alpino, della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco presenti a bordo dell’elicottero dei Vigili del Fuoco intervenuto nel pomeriggio da Venezia a supporto delle operazioni di ricerca.

Secondo la ricostruzione dei soccorritori, il giovane potrebbe essere scivolato precipitando per alcune decine di metri in un canale, a quota 650 metri, sul Monte Chiampon di Gemona del Friuli.

L’uomo, 30 anni, N.S. le sue iniziali, da alcune settimane era in trasferta a Gemona del Friuli (Ud) per motivi professionali.

Aveva il lunedì come giorno libero ed era appassionato di escursioni. Ad alcuni colleghi di lavoro aveva manifestato l’intenzione di salire sul Monte Chiampon nelle Prealpi Giulie ed è per questo che ieri notte le squadre del Soccorso Alpino di Udine avevano cominciato a perlustrare con le torce i del Chiampon e del vicino Monte Cuarnan fino alle tre del mattino.

Le ricerche sono riprese martedì 17 all’alba con venti persone, l’aiuto dell’elicottero della Protezione Civile e con l’unità Cinofila della Guardia di Finanza. Poi dopo qualche ora la tragica scoperta.

L’allerta era arrivato ai Carabinieri di Gemona del Friuli da parte dei familiari, con i quali il giovane si sentiva quotidianamente.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi