300 chili di tritolo della seconda guerra mondiale scomparsi nel mare di Grado

Grado (Go) – Sono scomparsi in mare 300 chilogrammi di tritolo in pani, contenuti in un siluro della seconda guerra mondiale, trovato la scorsa settimana a 80 metri dalla riva di Grado (Go), durante lavori di dragaggio fondali.

L’esplosivo era stato spostato immediatamente a circa 4 miglia al largo di Grado, per essere fatto brillare nella giornata successiva. Quando però i militari hanno raggiunto l’area per procedere con l’operazione, la sorpresa: l’esplosivo, sistemato a 12 metri di profondità, era sparito.

Indagini sono in corso da parte della Procura della Repubblica, della Prefettura, Questura e carabinieri. Tutte le ipotesi sono al vaglio: il tritolo può essere stato rubato o può essere stato spostato dalla corrente originata dal transito di un natante.

L’operazione è stata condotta dal Servizio difesa antimezzi insidiosi di Ancona, che ha informato la Prefettura e la Procura della Repubblica circa l’esito negativo delle verifiche condotte in mare.

Quando i palombari, usando sonar e apparecchiature specifiche, hanno dato inizio alla fase finale dell’operazione di brillamento, hanno dovuto constatare che l’esplosivo non c’era dove era stato temporaneamente lasciato.

Oltre all’esplosivo, era stata ritrovata anche la parte posteriore del siluro, 5 metri dei 7,20 originari. Il tritolo in seguito era stato spostato e collocato a 12 metri di profondità.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi