Anche in FVG il 15 marzo il Global Climate Strike For Future. Appello ai giovani di tutto il mondo

Trieste – Venerdì 15 marzo 2019 il movimento Global Climate Strike For Future lancia uno sciopero globale per sensibilizzare la popolazione e le autorità al governo sui cambiamenti climatici.

La manifestazione si svolgerà anche a Trieste, in Piazza dell’Unità d’Italia, a partire dalle ore 14.

Nel 2015 – spiega Strike for Future – numerosi Governi si sono impegnati a Parigi per proteggere il futuro del Pianeta con un percorso di giustizia climatica, impegnandosi a contenere il riscaldamento globale al di sotto dei 2 gradi.

Sono passati ormai quasi 5 anni e poco è stato fatto, anzi. L’ipotesi più plausibile è che il riscaldamento si avvii verso temperature in crescita fino a 3 gradi oltre la media.

I climatologi però indicano che anche con temperature di “soli” 2 gradi oltre la media in molte parti del mondo si rischieranno fenomeni di siccità, di eventi meteo estremi, di perdita di biodiversità. La tempesta Vaia che a fine ottobre ha colpito le nostre montagne ne è una testimonianza.

Per protestare contro l’indifferenza dei Governi rispetto all’emergenza clima è nato in Svezia il movimento Global Climate Strike For Future, avviato da una ragazza, Greta Thunberg, che nel 2018 ha cominciato uno sciopero dalle lezioni di scuola, ogni venerdì. A lei si è unita via via una folla sempre più grande di studenti. Oggi il movimento conta migliaia di partecipanti.

Il gruppo di attivisti così spiega le sue motivazioni: “Gli adulti di oggi non si preoccupano del domani. Stanno rubando il nostro futuro proprio davanti ai nostri occhi. Perché dovremmo studiare per un futuro che presto potrebbe non esserci più, mentre nessuno sta facendo nulla per salvare quel futuro? E che senso ha imparare i fatti quando i fatti più importanti non significano chiaramente niente per la nostra società? A che cosa serve l’educazione quando i nostri governi non ascoltano i giovani che stanno educando?”

“Oggi – prosegue l’appello di Global Climate Strike For Future – usiamo 100 milioni di barili di petrolio ogni giorno. Non ci sono politiche per cambiare questo stile di vita. Non ci sono regole per mantenere il petrolio al suo posto. Non possiamo salvare il mondo giocando secondo le regole. Perché le regole devono essere cambiate”.

“Greta Thunberg ci ha ispirato, manifestando ogni venerdì di fronte al suo parlamento svedese. Dall’agosto 2018, molte migliaia di studenti hanno colpito davanti a 300 parlamenti e municipi in oltre 30 paesi in tutto il mondo”.

Così conclude l’appello: “Di’ ai tuoi adulti di sostenere il nostro sciopero, di’ loro che devono venire con te, di’ loro che ne hai bisogno perché tu possa semplicemente avere una possibilità di sopravvivere in futuro! Per 40 anni, qualunque fosse il nostro colore politico, abbiamo perso la guerra ai cambiamenti climatici! Ora c’è solo il tempo di ridurrel’entità del disastro”.

Così ha detto in una recente intervista a Trieste Cafè Ilaria Mosetti, studentessa del liceo musicale Carducci di Trieste, della stessa età di Greta: “È fondamentale che una città come Trieste condivida e si impegni attivamente per sostenere quest’idea, viste le risorse ambientali di cui dispone.  Il territorio carsico circostante, fondamentale per la viticultura, e la zona marittima sono, infatti, risorse fondamentali che non possono venir deturpate in questo modo”.

Global Climate Strike For Future non è legata a nessun partito politico per non essere strumentalizzata e perché l’idea di base dovrebbe essere condivisa da tutti. L’iniziativa è aperta a tutta la cittadinanza.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi