Arrestato corriere della droga sul treno da Monaco, aveva ingoiato 94 ovuli di cocaina

Tarvisio (Ud) – La Polizia di Frontiera e la Guardia di Finanza, nel corso di controlli congiunti sui treni provenienti da Oltralpe, hanno individuato e arrestato un corriere della droga, O. C. le sue iniziali, cittadino di nazionalità nigeriana residente in Belgio, che tentava di entrare in Italia dal confine italo-austriaco.

Accortosi dell’arrivo dei militari impegnati nel controllo a bordo del treno, proveniente da Monaco di Baviera, il corriere della droga si è fatto trovare con in mano panino e bibita.

L’atteggiamento avrebbe dovuto escluderlo come sospetto, poiché l’assunzione di cibo o bevande è assolutamente vietata a chi trasporta droga all’interno del corpo, per il rischio di rottura degli ovuli e conseguente overdose che in molti casi porta alla morte.

Il comportamento non ha tratto in inganno poliziotti e finanzieri, e le risultanze alla banche dati di continui e inspiegabili viaggi fra l’Italia ed il Belgio hanno fatto il resto.

Fatto scendere dal convoglio e accompagnato negli uffici di polizia, O. C. è stato dapprima identificato tramite fotosegnalamento e successivamente, previa autorizzazione del pubblico ministero, trasferito all’Ospedale di Udine per essere sottoposto ad analisi radiologiche.

Queste hanno svelato 94 ovuli nascosti a livello gastrointestinale, dal peso complessivo di 1.033,00 grammi, contenenti cocaina.

Arrestato, il corriere è stato poi trasferito nel carcere di Udine, in attesa del processo.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi