Arrestato passeur italiano a Rabuiese. Fermati due migranti irregolari

Trieste – La Polizia di Stato di Trieste, nel fine settimana, durante un servizio di controllo del territorio rivolto al contrasto dell’immigrazione clandestina presso la Grande Viabilità Triestina e precisamente al confine italo/sloveno di Rabuiese, ha arrestato un cittadino italiano, di origine kosovara, M.H. di 42 anni, per aver introdotto dei migranti clandestini all’interno del territorio nazionale.

A fermarlo sono stati gli agenti della Squadra Mobile giuliana. L’uomo attualmente si trova nel carcere di via del Coroneo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, mentre il la vettura è stata sottoposta a sequestro.

Gli agenti di Polizia avevano notato transitare dal valico di Rabuiese, in entrata dello Stato, un’auto Volkswagen Golf con targa italiana, a bordo della quale, oltre all’autista, vi era anche la presenza di due passeggeri presumibilmente provenienti dell’Est Europa.

Data l’evidenza, negli ultimi mesi, di un incremento di migrazione clandestina dai Paesi balcanici che sfrutta mezzi con targa italiana per favorirne l’ingresso, gli agenti hanno deciso di effettuare un normale controllo del mezzo e dei suoi occupanti.

Dal controllo è emerso che i passeggeri dell’autovettura, un cittadino albanese e uno kosovaro, risultavano irregolari in territorio nazionale: in particolare, il cittadino albanese risultava inammissibile in territorio Schengen e sprovvisto di qualsiasi autorizzazione a farvi ingresso, mentre il secondo era sprovvisto di qualsiasi documento idoneo per fare ingresso in territorio nazionale.

M.H. è stato quindi arrestato e i due migranti sono stati fermati.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi