Aveva sottratto denaro alla Regione per anni, funzionario dovrà restituire 2 milioni

Trieste – Aveva sottratto indebitamente denaro dalle casse della Regione Friuli Venezia Giulia e ora dovrà restituire oltre 2 milioni di euro.

Lo ha stabilito la Corte dei Conti, (sezione Friuli Venezia Giulia), condannando in via definitiva Claudio Simonutti, 53 anni, triestino, al pagamento di oltre 2 milioni di euro in favore della Regione Friuli Venezia Giulia.

L’inchiesta era cominciata a novembre 2011, quando la Regione aveva segnalato alla Procura “gravi irregolarità e ammanchi riferibili all’attività svolta da Simonutti, nella qualità si funzionario delegato del Servizio gestione patrimonio immobiliare della Regione”.

Dalle indagini era quindi emersa una serie di condotte “gravemente pregiudizievoli per la Regione” tra il 1996 e il 2012.

“Simonutti – si legge nella sentenza – con false comunicazioni interne, apparentemente a firma di dirigenti e funzionari della Regione, e avvalendosi di modelli fiscali contraffatti, avrebbe creato un sistema che gli consentiva di appropriarsi del denaro contante, pari a oltre 2 milioni di euro di cui aveva la disponibilità in quando ordinatore secondario della spesa”.

L’uomo era stato licenziato dalla Regione dopo essere stato colto sul fatto a causa di una svista, ossia per l’aver messo in pagamento due volte, ad un mese di distanza, lo stesso modello fiscale.

Il suo compito era quello di disporre i pagamenti agli artigiani e quelli relativi alla gestione della manutenzione degli immobili. Controlli successivi avevano rivelato la condotta truffaldina del dipendente.

Grazie al fiuto di un cane addestrato alla ricerca di banconote, sotto ad una una pietra del giardino della Rotonda del Boschetto gli investigatori avevano trovato un borsone contenente 70mila euro, nascosti dallo stesso funzionario regionale.

Dalle indagini era emerso che l’uomo aveva giocato gran parte del denaro sottratto ai videogiochi e alle slot del bar “Al Tram”, tanto che era stata avviata una perizia psichiatrica per ludopatia.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi