Ciclisti, il pericolo corre sulle strade del Friuli Venezia Giulia: serie ininterrotta di incidenti

FVG – Incidenti a ciclisti a ripetizione hanno funestato in questi giorni le strade del Friuli Venezia Giulia. Il bilancio è di un morto e tre feriti, di cui alcuni in modo grave.

L’ultimo in ordine di tempo è avvenuto sabato 25 maggio a Manzano (Ud), dove una giovane ciclista di 17 anni è stata travolta da un’automobile che non si è fermata a prestare soccorso.

La ragazza, soccorsa da un’ambulanza giunta sul posto dopo che alcuni passanti avevano chiamato il NUE 112, se l’è cavata con alcune contusioni ed escoriazioni.

L’investitore, un anziano uomo di 86 anni, si è presentato successivamente dai Carabinieri accompagnato da un familiare. È risultato positivo all’alcol test con un tasso superiore di 4 volte rispetto al limite consentito; pertanto è stato denunciato a piede libero per omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza.

Mercoledì 23 maggio si erano verificati ben tre incidenti per altrettanti ciclisti. L’incidente mortale era accaduto attorno alle 9 di mattina a Nimis, in località Qualso. Un uomo, il signor Roberto Carnelutti, è stato trovato privo di sensi a bordo strada.

Immediato l’allarme; preso in carico dai soccorsi dell’ambulanza giunta subito sul posto, il ciclista è apparso in gravi condizioni. Nonostante il prodigarsi del personale sanitario, che ha tentato in tutti i modi di rianimarlo, è deceduto poco dopo, probabilmente per un infarto.

Un altro incidente si era verificato a Pordenone, in viale Franco Martelli, dove una donna di 48 anni che percorreva la strada in bici è stata investita da un furgone. Ha riportato traumi al bacino, al torace e al cranio.

Si è reso necessario l’intervento dell’elisoccorso, che l’ha trasportata all’ospedale Cattinara di Trieste in condizioni critiche.

Terzo incidente a Udine, dove nella serata di mercoledì un ciclista di 50 anni di Forni di Sopra, B.G. le sue iniziali, è stato travolto da un’auto in via mons. Giuseppe Nogara.

Nell’impatto, l’uomo è stato sbalzato dal sellino ed è prima rovinato sul vetro anteriore della vettura infrangendolo, per poi finire sull’asfalto.

Gravissime le ferite riportate dal ciclista, che è stato trasferito in codice rosso all’ospedale Santa Maria della Misericordia con molteplici traumi.

Lo scorso martedì 22 maggio uno sportivo in mountain bike era caduto su un sentiero nei pressi di Polcenigo (Pn) riportando a sua volta gravi ferite.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi