Il ciclotreno degli studenti protagonista sulla ferrovia Sacile-Gemona

Aviano (Pn) – Due ciclotreni – veicoli da ferrovia mossi da pedali – viaggeranno lungo la Sacile-Gemona sabato 1° aprile, in occasione della decima “Giornata nazionale delle ferrovie non dimenticate”, con partenza da Aviano.

Il viaggio del ciclotreno è solo uno dei vari eventi che si svolgono da venerdì 31 marzo a domenica 2 aprile lungo la Ferrovia Gemona-Sacile.

Si tratta di incontri e dimostrazioni di carattere culturale, sportivo e didattico, organizzati dai sodalizi che hanno aderito al “Progetto Pedemontana“.

L’idea, lanciata lo scorso mese di novembre da Andrea Palese, storico leader dei Comitati Pendolari Fvg, è stata raccolta da Massimo Bottini, Presidente della Conferenza della Mobilità Dolce (Co.Mo.Do.), organizzatrice dell’evento nazionale.

La tre giorni sulla Sacile-Gemona si svolge a conclusione del mese della Mobilità dolce, un periodo costellato da iniziative promosse da Co.Mo.Do., che ha avuto un grande riconoscimento: la legge appena approvata dalla Camera per lo sviluppo delle Ferrovie Turistiche, di cui ora è attesa la definitiva approvazione dal Senato.

La “Giornata delle Ferrovie non dimenticate” coinvolge le 18 linee turistiche previste nella legge e non solo.

L’esperimento del ciclotreno è stato sviluppato da un gruppo di studenti dell’Istituto Professionale di Stato per l’Industria e l’Artigianato Della Valentina di Sacile, coordinato dal professor Roberto Zamparini.

Si tratta di un veicolo a pedali con quattro ruote, denominato Idv17, con 4 posti, lungo 3 metri e 10 e largo 1 metro e 70. Il prototipo è costruito in struttura leggera di alluminio e ferro. I freni sono a disco e c’è anche un sistema di navigazione satellitare.

La sperimentazione è resa possibile anche grazie al contributo dei tecnici della Rete ferroviaria italiana.

Per ulteriori informazioni sulla Giornata il programma completo è sul sito dei Pendolari dell’Alto Friuli.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi