Dal Tiglio di Monrupino al Gelso di Fabiani: quattro giorni alla scoperta del nostro territorio

Trieste – Itinerario creativo conpartenza da Monrupino ideato da Leandra Bucconi, guida naturalistica, Alice Sattollo guida naturalistica, Fabiola Faidiga, artista visiva, laboratorio di fotografia itinerante a cura di Massimo Goina, fotografo

Il fotografo Massimo Goina, la guida naturalistica Alice Sattollo e l’artista visiva Fabiola Fadiga, si propongono in questo originale “percorso a piedi” ideato in collaborazione con Leandra Eandra Bucconi come “interpreti di percorso” alla scoperta di luoghi ed elementi naturalistici, culturali e storici che possano sviluppare conoscenza del territorio, creatività e condivisione. Lambendo e oltrepassando il confine ideale fra Carso triestino e Carso sloveno, fra fantasia popolare e realtà storica, fra pensiero e creazione.

Questo “laboratorio itinerante e sperimentale” porterà i partecipanti ad un’esperienza dalla doppia e sensibile valenza, da un lato la conoscenza e la scoperta a piedi del territorio carsico dal punto di vista storico-naturalistico e dall’altro la sperimentazione di un approccio creativo, fotografico, visivo e progettuale, dove lo sguardo e il lavoro diretto dei partecipanti, coadiuvati dal fotografo Massimo Goina, permetterà lo sviluppo di un successivo progetto fotografico collettivo.

Accompagnati dal “fare artistico e fotografico” scopriremo assieme un territorio incantevole, conosceremo i suoi sentieri e i suoi villaggi, le leggende e la sua storia.

In particolare la “Leggenda dell’impronta del diavolo” sul tiglio della Rocca di Monrupino/Repentabor, da dove partiremo, i luoghi del poeta Srečko Kosovel a Tomaj, la storia della famiglia di Carlotta Theresia von Kofler e dell’architetto Max Fabiani, visiteremo lo storico gelso, il Giardino Ferrari e il Museo dell’artista Lojze Spacal a Kobdilj e Štanjel, dove sosteremo nell’antico e magnifico villaggio fortificato. Lungo carrarecce e sentieri, attraverso boschi di pini carsici, campi, vigneti dove cresce la famosa vite del Carso Terrano raggiungeremo e ci fermeremo anche a Auber e Pliskovica, piccoli e suggestivi paesi dalle antiche case di pietra.

Saliremo infine il versante sloveno del Monte Lanaro – Volnik, attraversando boschi di antichi cerri, roveri e pini neri per raggiungerne la cima da dove godremo della spettacolare vista su tutto il territorio, da un lato boschivo e collinare, dall’altro il digradare della Riserva Naturale Regionale sino al mare del golfo di Trieste per poi raggiungere il punto di partenza, Monrupino/Repentabor. Un ritorno che ci darà la misura dei nostri passi e della comune e intensa esperienza.

La partecipazione è aperta a tutti coloro che amano la natura e la fotografia (esperti o meno) e desiderano vivere un’esperienza di cammino, conoscenza, collaborazione e approccio creativo e spirituale al territorio.

Il materiale visivo e narrativo raccolto e sviluppato nel corso dell’itinerario sarà analizzato, assieme ai partecipanti, in un successivo appuntamento a cura del fotografo MASSIMO GOINA.

Le foto scelte saranno presentate nel corso della mostra collettiva IL COLORE DEI LUOGHI 2017 che si terrà presso la CASA DELLA PIETRA – IGO GRUDEN di AURISINA in data da destinarsi, entro il 2017.

Le foto prodotte rimangono di proprietà dell’autore che sarà indicato nell’ambito della mostra. Difficoltà: livello escursionistico Numero massimo di partecipanti: 12.

Pre-iscrizione: obbligatoria.Per informazioni e costi scrivere e-mail a → casacave.art@gmail.com
oppure
fabiolafaidiga@libero.it   oppure chiamare il numero (0039) 333 4344188

[Serenella Dorigo]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi