Prima edizione di “Tergeste. Gli Incanti del Gusto”. Premiata giovanissima chef. Le foto

Trieste – È Pamela Di Natale, 20 anni, ISIS “Stringher” di Udine, la vincitrice della prima edizione del concorso “Mady Fast” svoltosi nell’ambito della manifestazione “Tergeste. Gli Incanti del Gusto”, fiera alimentare dei prodotti del nostro territorio e non solo, anche questa alla sua prima volta.

L’evento, andato in scena dal 24 al 27 Novembre 2017 nella suggestiva cornice dell’ex Pescheria, ora Salone degli Incanti, è stato organizzato da Associazione Cuochi Trieste e Mainardi Food in collaborazione con il Comune di Trieste.

Sedersi a tavola è una cosa apparentemente scontata, ma anche il contrario, però c’è chi pensa che a tavola ci si debba sedere anche con qualità e gusto.

È questo il pensiero di Eduardo Mainardi, amministratore della Mainardi Food S.r.l. che ha fatto del suo marchio una garanzia sui numerosissimi prodotti della sua gamma.

Oltre ai tanti ottimi prodotti che si potevano degustare al Salone degli incanti di Trieste, Eduardo ha pensato in grande, aggiungendo stoviglie, posate e bicchieri di gran classe per rendere ancora più magico il pranzo o la cena.

“Questo lavoro mi piace – ha detto Mainardi. – È nato in famiglia ed è diventato nel tempo la sua personale espressione di vita. Mangiare bene è già molto, ma mangiare in un ambiente di classe dà un valore aggiunto al sedersi a tavola”.

La manifestazione enogastronomica è stata anche l’occasione per vedere i giovani cuochi del nostro territorio mettersi alla prova. Nello spazio apposito si è svolto nella giornata iniziale il Concorso “Mady Fast” per le scuole alberghiere e i giovanissimi.

Il 25 e il 26 novembre, oltre alla fiera alimentare, ha avuto luogo un’intensissima serie di show cooking e di incontri tematici sull’alimentazione e il food a tutto tondo.

Il primo Concorso Internazionale di Cucina per cuochi professionisti si è tenuto il 27 novembre e ha visto arrivare a Trieste cuochi dall’Italia e da alcuni paesi europei. C’è stata la nomina, tra i cuochi di Trieste, del Cuoco dell’anno.

L’entrata aveva un costo di tre euro che sono stati devoluti in beneficenza. Una parte è andata all’Anvolt (Associazione nazionale per la lotta ai tumori), una parte al Lions Club Duino Aurisina che l’ha messa a disposizione dell’ospedale infantile Burlo Garofolo di Trieste.

Di seguito la galleria di foto a cura di Stefano Savini:

Print Friendly, PDF & Email

Condividi