Le città del Friuli Venezia Giulia fanno man bassa di successi nella classifica del Sole-24Ore

FVG – Le città del Friuli Venezia Giulia fanno man bassa di successi nella classifica del quotidiano economico “ilSole-24Ore” che misura il benessere, non solo economico, dei territori italiani, miscelando 42 indicatori in sei macro-settori.

Troviamo Trieste quale provincia del Friuli Venezia Giulia con la migliore qualità della vita, che figura anche al sesto posto assoluto tra le province italiane, salendo di quattro posti rispetto allo scorso anno.

Ottimi risultati anche per le altre province: Gorizia e Udine sono rispettivamente al nono (+10) e decimo (-1) posto nella classifica generale, mentre Pordenone è al 13°, in salita di quattro posti rispetto al 2016.

La ricerca prende in considerazione le seguenti abbinate di parametri: ricchezza e consumi, lavoro e innovazione, ambiente e servizi, demografia e società, giustizia e sicurezza, cultura- tempo libero e partecipazione.

Nel dettaglio, Trieste risulta la seconda città più avanzata per qualità dell’ambiente e dei servizi: è la seconda in Italia per spesa sociale pro capite degli enti locali (per minori/disabili/anziani); è sesta città d’Italia più ricca, con PIL pro-capite di 30mila euro annui e soprattutto un record di depositi bancari (33.520 euro di media mensile). Buona la performance anche nel campo della cultura, tempo libero e partecipazione: Trieste è al n.1 in Italia per l’indice di sportività.

Gorizia – nono posto in classifica generale – è quinta in Italia nel settore ricchezza e consumi; si segnala per la convenienza dei canoni di locazione (prima in Italia) e per la solvibilità (4° posto in Italia). Ottima pure la performance in tema sicurezza: 7ª in Italia, 2ª per basso numero di rapine (6,4 ogni 10mila abitanti, contro una media di 34.

Udine, decimo posto, in discesa di uno, eccelle in “ambiente e servizi” (al 4° posto in Italia), in particolare terza in Italia per spesa sociale pro capite degli enti locali (per minori/disabili/anziani). È 6ª in Italia per giustizia e sicurezza.

Pordenone deve il suo buon piazzamento al mix di punteggi medio-alti in tutte le categorie considerate. È una delle città italiane dove avvengono meno furti di auto: 16 ogni 100mila abitanti, contro una media di 113. Ha anche un indice di litigiosità molto basso: 486 cause su 100mila abitanti (2016) contro le 980 della media.

Per saperne di più, impostare la città nel “contatore” de “ilSole-24Ore”: http://www.ilsole24ore.com/speciali/qvita_2017_dati/infografiche.shtml

 

La foto di Pordenone è di Paolo Celante, tratta da “Sabbia di Fiume” di Carla Vettorello. Tutti i diritti riservati.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi