Entra nel clou la costruzione del nuovo Centro congressi di Trieste. Sarà il più grande del Nord Est

Trieste – Sono iniziati lunedì 29 luglio lavori per  la posa della struttura portante del nuovo edificio del comprensosrio del Porto Vecchio di Trieste, il cosiddetto 28 bis.  L’operazione durerà fino al 10 agosto, quando saranno ultimate anche le pareti di tamponamento.

L’edificio ospiterà il nuovo Centro Congressi Polifunzionale del Trieste Convention Center – TCC, iniziativa imprenditoriale nata per la progettazione, la realizzazione e la gestione del complesso.

Sarà il più grande Centro Congressi Polifunzionale di tutto in Nord Est, in grado di ospitare eventi nazionali e internazionali, a partire da ESOF 2020.

L’edificio 28 bis costituisce il cuore pulsante del futuro Centro congressi e contiene l’ingresso panoramico dal mare con il foyer, la sala principale da 1848 posti con palco e backstage e vari locali tecnici (centro elaborazione dati, cabina elettrica, locale quadri).

Le strutture del 28 bis sono prefabbricate in calcestruzzo armato, con travi di copertura a campata unica in calcestruzzo armato precompresso lunghe 39 metri, che sosterranno tutta l’impiantistica esterna e di copertura e verranno messe in posa a fine agosto.

Le dimensioni del nuovo Centro Congressi

La superficie complessiva dell’ampliamento è di 68×39 metri, pari a 2.652 mq e a un volume complessivo di 24.500 mc. Il 28 bis sarà completato con la copertura entro settembre. Ad oggi sono stati già posati 1.000 metri cubi di calcestruzzo e 60.000 kg di ferro.

Una volta ultimato, il nuovo Centro Congressi avrà una superficie totale di 9.000 mq, di cui 4.347 per l’area espositiva tra il magazzino 27 e il 28. Anche il 28 bis potrà essere utilizzato come spazio espositivo, portando il totale a complessivi 6.404 mq). Gli ambienti saranno di ampiezza tale da consentire l’allestimento di stand espositivi o di impianti di illuminazione e scenografie personalizzati.

Nel dettaglio, il magazzino 27, da cui è previsto l’ingresso principale al Trieste Convention Center, attraverso la facciata storica, conterrà una reception/guardaroba, uffici gestionali, una sala espositiva polifunzionale di circa 1990 mq, 4 sale congressi di cui una da 110 posti, una da 272 posti e due da 56 posti.

Il magazzino 28 sarà caratterizzato invece da una sala espositiva polifunzionale di circa 2400 mq, un auditorium di 1.848 (nel 28 bis), una sala conferenze da 440 posti, area servizi (catering, depositi).

I due magazzini saranno messi in comunicazione tra loro attraverso un ponte di collegamento tra gli edifici. Esternamente verrà realizzata un’area di parcheggio di circa 4.500 mq con 200 posti auto a servizio del Centro Congressi.

L’investimento

L’investimento per la realizzazione del Centro congressi è di 12 milioni di euro (Iva esclusa) – di cui 9,6 milioni per i lavori previsti fin dall’inizio, 1,4 milioni per quelli aggiuntivi resi necessari in itinere, 1 milione per la progettazione e le spese generali –  ed è sostenuto per il 42% dal Comune di Trieste, che ne ha già erogato una parte, pari a 2,5 milioni €, e per il restante 58% da TCC Srl (16,5% capitale – 2 milioni € completamente versati – e 41,5% con ricorso a strumenti di finanziamento).

I mutui già erogati sono di € 500.000,00 ciascuno da parte di  BPM e di BCC di Staranzano. È stato inoltre richiesto un mutuo di 4 milioni di euro al FRIE, che verrà erogato per tramite di Civibank, Banca Intesa San Paolo, Unicredit e Montepaschi. Infine, Civibank, Banca Intesa San Paolo, Unicredit e Montepaschi erogheranno un mutuo di ulteriori € 500.000,00 ciascuno.

Il futuro del Centro

I lavori si concluderanno nell’aprile del 2020, in tempo utile per ospitare gli eventi di ESOF 2020. Lo scopo di TCC, una volta conclusa la realizzazione del Centro congressi, sarà quello di sviluppare eventi internazionali per i sistemi di ricerca, per le imprese innovative e per quelle culturali.

Le manifestazioni cui TCC rivolgerà attenzione sono i congressi associativi europei e internazionali che comportano un significativo indotto per il territorio ospitante, con lo scopo di accelerare lo sviluppo economico e turistico di Trieste e dei territori afferenti, favorendo l’incontro tra ricerca, innovazione e cultura. La gestione di TCC potrà contare sull’esperienza quasi quarantennale di “The Office”, socia fondatrice dell’iniziativa, nell’organizzazione di congressi internazionali, eventi aziendali e grandi manifestazioni.

Grazie alla concessione ventennale affidata dal Comune di Trieste, TCC prevede di avere un positivo e duraturo impatto economico e occupazionale sul territorio, attraverso il consolidamento e lo sviluppo del turismo congressuale a Trieste.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi