Felice connubio fra storia e scienza: i legionari romani a braccetto con Trieste Next. Le foto

Trieste – In concomitanza con Trieste Next, a testimoniare il felice connubio tra storia e scienza, sono tornati Legionari e Gladiatori romani con “Legiomania”, evento che in parte ha animato anche il centro storico.

L’iniziativa, organizzata dal Comune di Trieste in collaborazione con la Wavents Events & Services di Venezia – già attiva nel 2018 a Trieste proprio per “Legiomania” e per “I Bagordi Tergestini al Castello di San Giusto” – ha visto tornare protagonisti i rievocatori della Legio I Italica e dell’associazione gladiatoria Ars Dimicandi, entrambi presenti in occasione della prima edizione nel 2017.

All’interno del Giardino del Capitano del Civico Museo d’Antichità “J.J.Winckelmann” dal 27 al 29 Settembre è stato allestito con rigore “scientifico” un autentico accampamento romano, dove i legionari hanno dato dimostrazione di come 2000 anni fa vivevano, si addestravano e si preparavano alla battaglia.

L’accampamento era arricchito da una serie di aree didattiche che hanno coinvolto il pubblico in una piena immersione nel modo antico: cucina, oreficeria e lavorazione dell’ambra, scrittura, astronomia e strumenti scientifici, i giochi degli adulti e dei bambini, religione, marineria, armi e armature, equipaggiamento dei legionari in assetto di marcia, mondo femminile.

Ha chiuso la manifestazione, domenica 29 settembre alle ore 17, la conferenza del dott. Miha Franca, archeologo presidente dell’Associazione Culturale Vespasjan “Per le strade romane da Ad Pirum a Emona – Archeologia sperimentale: marciare come legionari romani”.

Qui la galleria fotografica a cura di Stefano Savini (tutti i diritti riservati):

Print Friendly, PDF & Email

Condividi