Gens: mostra d’arte fotografica al Museo Carà di Muggia

Muggia (Ts) – Giovedì 16 novembre 2017, alle ore 18, verrà inaugurata presso gli spazi espositivi del Museo d’Arte Moderna Ugo Carà di Muggia, sito in via Roma 9, la mostra fotografica di Roberto Giovetti, Adriana Iaconcig Angelo Serafin intitolata “Gens”. La mostra sarà visitabile fino al 10 dicembre.

L’esposizione, curata da Adriano Perini, si sviluppa su tre percorsi personali con i quali gli autori affrontano la tematica del ritratto partendo da approcci totalmente diversi.

Roberto Giovetti, già noto al pubblico muggesano per una sua personale intitolata “Le mie camere”, ci presenta uno spaccato curioso e malizioso della middle-class americana in vacanza. I suoi sono dei piccoli ritratti a colori dei passeggeri delle navi da crociera, scattati negli studi fotografici di bordo su richiesta degli stessi protagonisti. Ne risulta un delizioso spaccato della società americana di qualche anno fa. Professionista sacilese, lavora a Pordenone.

Il lavoro di Adriana Iaconcig invece è più concettuale e prende forma dalla particolare formazione artistica della fotografa cividalese che inserisce gli adolescenti delle valli del Natisone nel loro ambiente naturale ancora intatto e non contaminato dalla contemporaneità. Una ricerca sull’identità e sul rapporto tra fisionomie e territorio, quasi a voler congelare le espressioni fisiche con la purezza della natura ancora incontaminata. Artista di largo spettro, laureata all’Accademia di Belle Arti di Venezia, usa diversi media per esprimere la propria creatività, dalla grafica alla scultura, preferendo comunque la fotografia.

Angelo Serafin ci invita a soffermarci sui giovani, odierni protagonisti di questa era digitalvirtuale, …belli, fighi, ecc… senz’altro sempre connessi alla rete, riempitori del cloud, consumatori seriali di smartphone, tablet e naturalmente produttori instancabili di “selfie” da pubblicare assolutamente nei social facebook, instagram, ma fondamentalmente soli e illusi. Ce li presenta attraverso una serie di scatti nei quali compaiono, come protagonisti, le amiche e gli amici dei suoi figli, ritratti in studio mentre interpretano gli stereotipi della gioventù contemporanea. Una sorta di neo-situazionismo che trova le sue origini nelle immagini fotografiche dei fotoromanzi degli anni ’50 e ’60 del secolo scorso.

La mostra, che si avvale dell’adesione della Casa dell’Arte di Trieste, sarà visitabile sino a domenica 10 dicembre 2017 con il seguente orario: da martedì a venerdì dalle 17.00 alle 19.00, sabato dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00, domenica e festivi dalle 10.00 alle 12.00; lunedì chiuso.

La mostra è organizzata da PHOTO-IMAGO, Centro per l’Archiviazione e la Divulgazione dell’Immagine Fotografica, e si inserisce nel programma PRACC (Progetto Arte Contemporanea Museo Carà) che l’Assessorato alla Cultura del Comune di Muggia ha varato già nel 2007 assieme alle associazioni culturali PHOTO-IMAGO, Gruppo78 e Juliet.

PHOTO-IMAGO è particolarmente orgogliosa di presentare a Muggia i lavori fotografici di questi autori che rappresentano sicuramente un punto di riferimento nella fotografia regionale e non solo.

Ingresso libero.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi