Il coro Clara Schumann con Carolina Pèrez Tedesco e il gruppo vocale Vikra della Glasbena Matica al Teatro Verdi di Trieste

Trieste – Si appresta al tutto esaurito il concerto di domani, mercoledì 27 marzo della Società dei Concerti di Trieste sul palco del Teatro Verdi alle 20.30 e che vedrà il coro Clara Schumann diretto da Chiara Moro sul palco con la pianista Carolina Pèrez Tedesco e il gruppo vocale Vikra della Glasbena Matica.

«Dopo le performance che hanno visto esibirsi sul palco della Società dei Concerti, come ricorda il presidente della SdC Alberto Pasino, celebrità del calibro di Geringas e Hamelin, marzo si chiude con l’esibizione di due cori, espressioni della più raffinata cultura musicale mitteleuropea, che dialogheranno in un colorito e raro programma che spazierà dall’antichità alla modernità, fungendo da ponte ideale che ci proietta verso l’attesissima esibizione di Angelika Kirchschlager, una delle regine del liederismo di oggi, che l’8 maggio si esibirà sul nostro palcoscenico».

L’attività concertistica ed il repertorio sono basati sulla ricerca e sulla valorizzazione del proprio bagaglio culturale sloveno, proponendo al pubblico anche prime esecuzioni e ponendo particolare attenzione alla ricerca filologica del repertorio rinascimentale e romantico.

I brani scelti per l’occasione dal gruppo vocale Vikra parlano del coro, della propria triestinità di matrice slovena autoctona, di una diffusa vocazione al contemporaneo che canta l’espressionismo di Mario Kogoj e l’apertura mentale di Pavle Merkù, entrambi triestini – quest’ultimo in programma con le tre canzonette vernacolari del poeta Claudio Grisancich – ma anche il Litorale di Ambrož Čopi, capodistriano di adozione – qui in programma con l’esecuzione in prima nazionale dell’ampio Magnificat per solista, coro a tre voci acute, violoncello (in questo caso omesso) e pianoforte – e del goriziano Patrick Quaggiato, senza dimenticare infine il postromantico sguardo ad est di Ipavec e Krek.

Il programma proposto è un viaggio attraverso la storia della musica corale slovena, ma da una prospettiva altoadriatica che, considerando gli autori scelti, non si riconosce nella definizione di “locale” a partire dal madrigale Lex et natura di Jacobus Handl Gallus, sloveno per attuale territorio di provenienza, Jakob Petelin di Ribnica, in Carniola, fu attivo tra Vienna, la Moravia e la Boemia ed è inserito nel programma a completamento del quadro storico. Il concerto sarà registrato dalla Sede Regionale RAI.

I biglietti si possono acquistare in prevendita presso la nuova sede della Segreteria della SdC in Piazzetta Santa Lucia 1, a Trieste. Inoltre la biglietteria della SdC sarà disponibile la sera stessa del concerto al Teatro Verdi tra le 19:30 e le 20:15. I biglietti in prevendita sono disponibili anche sul circuito online di vivaticket.it oppure presso tutte le biglietterie del circuito Vivaticket.

Programmacompleto su www.societadeiconcerti.it

Print Friendly, PDF & Email

Condividi