Iniziate a Trieste le riprese del film “Non odiare” con Alessandro Gassman sul tema dell’eredità della Shoah

Trieste – Sono iniziate da alcuni giorni in città le riprese di “Non odiare”, il debutto nel lungometraggio di Mauro Mancini, prodotto da Mario Mazzarotto, protagonisti Sara Serraiocco e Alessandro Gassmann. Il film è una coproduzione tra Italia e Polonia: Movimento film e Agresywna banda, con Rai Cinema, in associazione con Notorious Pictures, che distribuirà il film in Italia. La storia di “Non odiare” accade a Trieste, città mitteleuropea dalle profonde radici ebraiche, testimoniate dall’antica sinagoga, dove, per la prima volta, si girerà la scena di un film.

La trama

Simone Segre (Alessandro Gassmann) è un affermato chirurgo di origine ebraica con una vita tranquilla, una compagna che lavora in Francia come reporter, un appartamento elegante nel centro cittadino e nessun legame con il passato.

I duti contrasti con il padre, reduce dei campi di concentramento morto da poco, lo avevano portato, da anni, ad allontanarsi da lui.

Tornando da un allenamento sportivo, Simone si trova a soccorrere un uomo vittima di un incidente stradale: ma quando gli scopre sul petto un tatuaggio nazista, lo abbandona al suo destino e nel momento in cui arrivano i soccorsi è ormai troppo tardi.

Nei giorni seguenti emerge il senso di colpa per la morte dell’uomo. Questa situazione lo spinge a rintracciare la famiglia del neonazista che vive in un complesso residenziale popolare, Rozzol Melara: Marica, la figlia maggiore (Sara Serraiocco), Marcello (Luka Zunic) il figlio adolescente contagiato anche lui dal seme dell’odio razziale e il “piccolo” Paolo (Lorenzo Buonora). Marica busserà alla porta di Simone, presentandogli inconsapevolmente il conto da pagare.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi