Sulla nave Palinuro l’incontro fra i premier di Italia, Francia e Germania: “Europa più coesa”. Le foto

Trieste – È stata la Palinuro, nave scuola della Marina Militare, sorella minore della famosissima Amerigo Vespucci, ad ospitare l’incontro a tre fra il premier Paolo Gentiloni, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron il 12 luglio alle 15.30.

Il vertice a tre è durato meno di un’ora. “Un’Europa più forte e coesa”: il presidente del Governo, Paolo Gentiloni, ha riassunto con queste parole il desiderio comune emerso dal veloce vertice.

Sul tavolo c’erano i principali temi dell’Unione Europea: immigrazione in primis. La scelta del luogo, evidentemente, non è stata casuale.

Intanto è surreale la vista attorno alla piazza Unità d’Italia a Trieste, dove centinaia di transenne hanno chiuso l’accesso ai luoghi del Vertice dei Balcani occidentali, in corso il 12 luglio in città.

La macchina organizzativa di oltre 1.000 uomini tra le varie forze dell’ordine si è messa in moto con grande efficienza per garantire un regolare svolgimento del Vertice sui Balcani occidentali in corso di svolgimento nel pieno centro cittadino.

Metal detector e blocchi di cemento sono stati posizionati negli snodi strategici per evitare la possibilità di avvicinarsi da terra e una motovedetta dell’aereonautica nel bacino San Giusto sorveglia il mare.

Ha fatto la sua comparsa un drone mentre gli elicotteri come di consueto controllano dall’alto. Inoltre diverse strade sono completamente off limits, presidiate dai Vigili del fuoco.

La nave scuola Palinuro della Marina Militare, sorella minore della famosissima Amerigo Vespucci aggiunge un tocco vintage alle Rive di Trieste.

Il vascello resterà ormeggiato fino a venerdì tra il molo Audace e la scala Bersaglieri, a disposizione dei turisti di casa e non solo. Da domani tutto ritornerà nella normalità.

Le foto del centro blindato:

(A cura di Stefano Savini – Tutti i diritti riservati)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi