Trieste, l’assassino dei due poliziotti aggredisce le guardie penitenziarie. Una rimane ferita

Trieste – Alejandro Augusto Stephan Meran, il 29enne di origini dominicane accusato di aver ucciso gli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego nella sparatoria avvenuta in Questura a Trieste lo scorso 4 ottobre, avrebbe dato in escandescenze in carcere mentre si trovava nei pressi delle docce, brandendo anche bastoni e minacciando gli agenti della Polizia penitenziaria che sarebbero intervenuti per calmarlo.

Uno di loro avrebbe riportato contusioni. Una segnalazione dell’accaduto è pervenuta alla Procura.

Lo riferisce il notiziario della RAI regionale, aggiungendo che Meran avrebbe anche tentato di scagliare una lavatrice contro gli agenti.

L’uomo è stato bloccato e immobilizzato. L’agente che ha riportato ferite è stato medicato al pronto soccorso.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi