Le indagini sull’asilo dei maltrattamenti: interrogate le maestre

Pordenone – Si è svolto l’8 marzo l’interrogatorio di garanzia nei confronti delle maestre accusate di maltrattamenti sui minori in un asilo privato di Orcenico di Zoppola (Pn).

Le condotte violente delle docenti e di un’inserviente sono state svelate grazie ad alcune telecamere nascoste dagli investigatori dopo la denuncia di una mamma, che ha fatto scattare le indagini.

Le vittime di percosse, urla e comportamenti traumatizzanti sarebbero una ventina di bambini di età compresa tra sei mesi e sei anni.

A confronto con il giudice, la responsabile della cooperativa che gestisce la struttura ha respinto le accuse, ricostruendo il clima ed i rapporti con bambini e famiglie, che a suo dire non si erano mai lamentati di nulla.

Secondo il legale della donna, l’avvocato pordenonese Alberto Cassini, la portata delle immagini dei video diffusi dalle forze dell’ordine andrebbe ridimensionata “perché condensa, in pochi secondi, episodi che vanno invece spalmati nel tempo e che, comunque, non si configurano come maltrattamenti, ma reazioni a istanti di esasperazione”.

Dall’inchiesta risultano indagate quattro maestre e una bidella. Per due maestre è scattata l’interdizione all’esercizio della professione.

La struttura resta sotto sequestro: i bambini sono stati ricollocati in materne e nido della zona, anche con l’aiuto dei Comuni interessati.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi