L’inviato di guerra Toni Capuozzo presenta l’ISIS a fumetti nella sua Palmanova

Palmanova – Nella sua città natale, il pluripremiato giornalista ed inviato di guerra ha introdotto il suo nuovo lavoro La culla del terrore: l’odio in nome di Allah diventa Stato. L’evento si è svolto domenica 2 dicembre nel salone d’onore del Comune.

Nata dalla collaborazione tra Toni Capuozzo ed il disegnatore triestino Armando Miron Polacco, l’opera a fumetti tratta il tema del terrorismo fondamentalista che, come sottolineato dagli autori, essendo ormai fortemente radicato nello scenario internazionale rappresenta una sorta di ombra sulla nostra quotidianità, una costante alla quale ci siamo in un certo senso abituati.

La scelta di non trattare il tema “dall’alto” con il solito saggio bensì di optare per un graphic journal deriva dalla volontà dello stesso Capuozzo di pubblicare un’opera accessibile a tutti e non solo agli “addetti ai lavori” per fare capire ai lettori che cosa sia nella realtà una piaga che è divenuta parte integrante del nostro vivere.

Il sodalizio ha trasformato in arte grafica i racconti e le immagini di Toni che hanno preso vita attraverso la matita di Miron Polacco, in un’opera che non è solo un fumetto ma che contiene nella sua seconda parte, Lettere da Baghdad, aneddoti e racconti delle esperienze vissute in prima persona dall’autore come inviato di guerra.

Una descrizione dunque di cosa rappresenti nella realtà un integralismo islamico che si pone al di sopra delle leggi e del concetto stesso di civiltà come noi la intendiamo e che, senza alcun intento razzista, si limita a delineare la situazione di un regime che ad oggi è ristretto solo ad alcune zone rimaste capisaldi ma che rappresenta ancora uno spauracchio per chiunque si trovi a doversi muovere all’estero.

Un’organizzazione che mina alla libertà dei popoli e che non fa sconti ai civili, in nome di un Dio che è al di sopra di qualsiasi istituzione.

Al termine della conferenza, una bicchierata insieme ai presenti, per augurare al giornalista e scrittore friulano dai pochi fronzoli un buon compleanno in anticipo (Capuozzo compirà settant’anni il prossimo 7 dicembre) con l’augurio di rimanere così semplice e brillante a lungo.

Katrin Zanforlin

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi