Oltre 100 aziende vinicole del FVG al padiglione ERSA di Vinitaly 2018

Udine – Sono 107 le eccellenze vinicole del Friuli Venezia Giulia che partecipano, negli spazi dello stand collettivo allestito dall’Ersa – Agenzia regionale per lo sviluppo rurale, alla 52ª edizione di Vinitaly.

La più importante vetrina del settore in Italia, e tra le maggiori in Europa, è in corso di svolgimento a Verona dal 15 al 18 aprile. Nel padiglione 6, dove Ersa cura lo stand di 1.500 metri, ci sono anche altre 60 aziende con postazioni indipendenti.

La collettiva ospita un’enoteca regionale, organizzata in collaborazione con i Consorzi delle Doc Fvg e Tutela Vini Collio e gestita dall’Associazione italiana sommelier del Friuli Venezia Giulia, dove a un pubblico qualificato viene offerta la possibilità di degustare centinaia di etichette rappresentative delle diverse aree Doc e Docg della regione.

Focus particolari sono dedicati ai vini della Doc “Friuli” o “Friuli Venezia Giulia” con una degustazione dei vini disponibili nella seconda campagna vendemmiale 2017/2018 e alla Ribolla gialla.

Una ventina gli eventi in calendario nella saletta al primo piano dello stand, cinque dei quali sono rivolti a compratori internazionali (Nord America, Asia, Scandinavia): in degustazione, otto vini per ciascun incontro.

Prevista anche la presentazione di un importante progetto sulla viticoltura sostenibile in Friuli Venezia Giulia.

Quest’anno lo stand collettivo è stato rivisitato con elementi di novità nella grafica, nell’illuminazione e nelle dotazioni tecnologiche. La realizzazione è stata affidata alle imprese della filiera del legno Fvg, che hanno utilizzato legno certificato Pefc (Programme for endorsement of forest certification schemes), proveniente dalla montagne della regione.

Nella giornata inaugurale, domenica 15 aprile, sono presenti anche numerose realtà del Friuli Venezia Giulia che hanno aderito a “Tappodivino”, il progetto realizzato da Ersa in collaborazione con Amorimcorkitalia, che ricicla i tappi di sughero e li converte in materiale per la bioedilizia.

Sempre nel corso dell’inaugurazione è stato assegnato il premio “Angelo Betti – Benemerito della Viticoltura 2018” con medaglia di Cangrande a Paolo Comelli dell’azienda “i Comelli” di Nimis, protagonista insieme ad altri lungimiranti colleghi viticoltori dell’iniziativa “Diamo un Taglio alla sete”, che coniuga la produzione di qualità alla solidarietà grazie al sostegno di un progetto di ricerca dell’acqua in Kenya.

Web:

Vinitaly
Vinitaly and the city

(a cura di Flavio Milani)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi