Omicidio di Teresa Costanza e Trifone Ragone: Ruotolo condannato all’ergastolo. Avvocato: ricorreremo in Cassazione

Udine – La Corte d’assise di Udine ha condannato Giosuè Ruotolo all’ergastolo per il duplice omicidio della coppia di fidanzati, Teresa Costanza e Trifone Ragone, uccisi a colpi di pistola la sera del 17 marzo 2015 nel parcheggio del palazzetto dello sport di Pordenone.

La sentenza, che prevede l’ergastolo con due anni di isolamento diurno, è arrivata dopo oltre due giorni di camera di consiglio.

Il 20 ottobre scorso il pm Pier Umberto Vallerin aveva chiesto per Ruotolo l’ergastolo e due anni di isolamento diurno. Ruotolo – difeso dagli avvocati Roberto Rigoni Stern e Giuseppe Esposito – si era sempre proclamato innocente.

Ruotolo ha ascoltato il verdetto con gli occhi bassi al fianco dei suoi avvocati. Alle sue spalle il padre e il fratello.

In aula c’erano anche i familiari delle vittime, i genitori e i fratelli di Trifone Ragone e la madre, il padre e un fratello di Teresa Costanza.

L’avvocato Roberto Rigoni Stern, uno dei difensori di Giosuè Ruotolo, all’indomani della sentenza ha dichiarato che la difesa proporrà appello “nella consapevolezza che l’ultima parola verrà detta dalla Corte di Cassazione”.

L’avvocato ha fatto riferimento alla “disperazione di una persona che si è sempre proclamata innocente, ma che è consapevole che in questo momento bisogna combattere per far emergere una verità che è alternativa rispetto a quella indicata dalla Corte d’Assise di Udine”.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi