Partita aperta tra Fincantieri e Stx France mentre si avvicinano le elezioni in Francia

Trieste – Trattativa delicata ancora in corso tra Fincantieri e Stx France per l’acquisizione del 66,6% del cantiere navale di Saint-Nazare, mentre si avvicinano le elezioni in Francia.

Intanto il mercato premia ancora Fincantieri: le azioni del gruppo stanno vedendo un vero exploit in Borsa.

L’amministratore delegato della Fincantieri Giuseppe Bono ha così commentato l’ipotesi, su cui corre voce a Parigi, di nazionalizzazione dei cantieri: “Noi abbiamo fatto un progetto industriale che riteniamo importante. È molto importante che l’Europa capisca finalmente che la competizione non è più all’interno dell’Europa ma è nei confronti del resto del mondo e quindi continuare ad avere una miriade di aziende che non hanno le dimensioni per supportare una concorrenza agguerrita in futuro è miope”.

Fincantieri è ritenuta migliore offerente dal tribunale fallimentare di Seul nel processo di vendita del 66,6% della Stx France da parte del gruppo coreano Stx offshore & shipbuilding. Il restante 33,34% è dello Stato francese.

Bono ha confermato la volontà di portare avanti l’operazione: “Difenderemo le nostre ragioni come abbiamo sempre fatto, con la determinazione e con tutti gli strumenti che avremo a disposizione”.

Intanto il periodico francese “Journal du Dimanche” ha riportato la notizia secondo cui il gruppo italiano avrebbe inviato una lettera al ministro francese dell’Industria Christophe Sirugue, in cui verrebbe ribadita la volontà di Fincantieri di acquistare il 66,6% di Stx.

Sull’articolo il gruppo preferisce non replicare, ma, secondo quanto appreso, rispetto a pochi giorni fa la situazione non sarebbe cambiata: conferma di negoziati ancora in corso, con Fincantieri che rivendica un ruolo da “protagonista” e i francesi che non recedono dall’idea di limitare il gruppo guidato da Giuseppe Bono ad una quota inferiore al 50%, facendo entrare nell’affare un altro partner italiano del settore.

Fincantieri avrebbe a questo punto dei negoziati suggerito l’opzione Cassa depositi e prestiti, che però non sembra aver interessato particolarmente la controparte.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi