La Polizia di Stato arresta un cittadino afgano con un etto di hashish in tasca

Trieste – Nel tardo pomeriggio di venerdì 28 aprile, nell’ambito dei consueti controlli per la prevenzione e repressione di reati in materia di stupefacenti, alcune pattuglie della Polizia di Stato hanno monitorato piazza Libertà, dove si trova la stazione ferroviaria.

Nel corso degli appostamenti, intorno alle 18.30, gli agenti hanno notato un cittadino straniero che confabulava con un altro soggetto in prossimità del posteggio “Silos”, per poi allontanarsi dalla zona repentinamente.

Fermato, il soggetto è apparso in evidente stato di agitazione e tremore delle mani; per tale motivo è stato sottoposto a controllo, nel corso del quale gli agenti della Polizia di Stato hanno trovato, all’interno della tasca interna del giubbotto, un panetto di hashish del peso di circa 100 grammi, oltre ad una dose della medesima sostanza già confezionata.

Lo spacciatore è stato identificato come Mohammadzai Hamidullah, nato nel 1991 in Afghanistan, residente a Gioiosa Ionica (Rc), domiciliato a Trieste, titolare di permesso di soggiorno per protezione sussidiaria, rilasciato in Calabria.

Hamidullah aveva inoltre con sé due telefoni cellulari, 170,00 euro in contanti eduna ricevuta di pagamento Postepay per l’importo di oltre 750,00 euro.

Il giovane, che annovera a suo carico una specifica condanna di primo grado, è stato tratto in arresto ed associato alla locale casa circondariale a disposizione della Procura della Repubblica di Trieste che coordina le indagini.

 

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi