Rally. Alla Mrc Sport Nicoletta Deidda, un vulcano di passione

Brugnera – Nicoletta Deidda, da quest’anno tra le fila della Mrc Sport di Brugnera, parteciperà al Campionato Italiano Rally Terra. Per il momento la pilota-navigatore originaria di San Giovanni Sergiu (in provincia di Carbonia Iglesias) ha messo in calendario due tappe, il Rally del Nuraghe e del Vermentino nella sua Sardegna il prossimo 15 maggio e il Tuscan Rewind a novembre.

“Ma se dovessero avvicinarsi altri sponsor – spiega – allora potrei pensare di partecipare anche ad altre date”.

Classe 1984, è entrata nel mondo dei rally per pura casualità. “Ho sempre avuto una grande passione per le auto e per i motori – racconta – poi nel 2011, dopo aver acquistato una Citroen DS3, una normale macchina di serie, da strada, ho pensato anche di fondare un club per gli amanti di questa vettura. Ho iniziato così ad organizzare dei raduni un po’ in tutta la Sardegna e, durante uno di questi, nel corso del Rally Italia Sardegna del 2012 mi sono fatta convincere da alcuni amici ad entrare nel motosport e nel mondo dei rally”.

Nicoletta è stata anche promotrice di alcune campagne di solidarietà ed è stato proprio uno dei suoi sostenitori, Fabio Modde, a convincerla a partecipare alle prime gare come navigatore. Il suo esordio alle note è stato nel marzo 2013 su una Opel Astra Gsi al Rally Ronde Terra Sarda.

Dal 2014 al 2016 ha abbandonato momentaneamente il mondo delle corse per dedicarsi ad altri progetti (tra i quali un calendario di beneficenza ambientato nel motosport), fino al ritorno, anche come pilota. Proprio in questa veste parteciperà all’Italiano Terra.

Nel frattempo ha fatto il suo ingresso nella scuderia dell’Alto Livenza. “Ho conosciuto Giacomo (De Luca, il presidente della Mrc Sport ndr) durante alcune gare in Sardegna. Mi ha seguito ed appoggiato da subito. Anche il gruppo è molto affiatato e coeso, sia la filiale sarda che i piloti del continente. Perciò il passaggio in questa scuderia è stato del tutto naturale. Sono orgogliosa di fare parte di questo team e non vedo l’ora di cimentarmi nelle gare del circuito italiano”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi