Referendum per le fusioni in Carnia, vincono i “sì” ma alcuni comuni restano contrari

Udine – Si sono svolti domenica 29 ottobre i due referendum consultivi per la fusione di Comuni situati nella zona della Carnia.

Si tratta di Lauco, Raveo e Villa Santina (per il Comune di Villa Lauco Raveo), e di Ligosullo e Treppo Carnico (Treppo Ligosullo), tutti in provincia di Udine.

L’affluenza al primo referendum è stata pari al 37,09%. Hanno vinto i “sì” con il 56,17%. Nel dettaglio, nel comune di Lauco ha prevalso il “no” con il 71,21%, a Raveo e Villa Santina il “sì” rispettivamente con il 65,50% e il 79,03%.

Per Ligosullo e Treppo Carnico l’affluenza è stata del 54,05%. Vincono i “sì” con il 63,68%. Ligosullo si è espresso al 53,26% per il “no” e Treppo al 67,95% per il “sì”.

Le consultazioni erano state approvate dal Consiglio regionale il 14 marzo e 5 aprile scorsi, ed erano state definite dalla Giunta regionale, che ha recepito la volontà espressa dai sindaci dei Comuni interessati.

 

Print Friendly, PDF & Email

Condividi