Riprendono i concerti della Chamber Music di Trieste con il Trio Boccherini

Trieste – Le armonie frizzanti del repertorio per Trio d’Archi sono al centro del prossimo concerto della Stagione 2020 di Chamber Music Trieste: mercoledì 4 marzo al Teatro Miela (ore 20.30) va in scena il Trio Boccherini, l’Ensemble noto per aver ufficialmente rappresentato, dal 2015, l’Accademia di Musica Europea da Camera.

Suyeon Kang violino, Vicki Chan Powell viola e Paolo Bonomini violoncello ci guideranno in un viaggio appassionante attraverso la scrittura per archi, sfogliando pagine di  Wolfgang Amadeus Mozart con il Duetto per violino e viola in si bemolle maggiore KV424, di Ludwig van Beethoven e del suo Trio per archi n.3 op.9, ma anche di autori meno noti eppure centrali nella scrittura per questo organico, come il polacco Witold Lutosławski  con le “5 Bucoliche” e l’ungherese Ernő Dohnányi, con la romantica Serenade per archi in do maggiore op.10.

«Confidiamo in un’atmosfera che possa volgere al miglioramento, e sia quindi predisposta alla fruizione dell’evento», spiega il Direttore artistico di Chamber Music, Fedra Florit.

La performance e la musica del Trio saranno racchiuse e valorizzate grazie alla nuova Camera Acustica in legno predisposta da Chamber Music sul palcoscenico del Teatro Miela: un “guscio concertistico” ed acustico, realizzato da SuonoVivo con il sostegno della Fondazione CRTrieste.

Il concerto del Trio Boccherini partirà dunque con le due pagine mozartiane certamente indicative per comprendere lo stile del geniale compositore, gli effetti di festosa musicalità legati all’esecuzione violinistica e la varietà di accenti melodici nel Rondò. L’op. 9 di Beethoven comprende tre Trio composti tra il 1796 ed il 1798, opere fra le più interessanti del primo periodo del compositore perché ci proiettano verso quell’idea di dilatamento della forma-sonata che sarà tipico della successiva produzione.

Il concerto culmina nelle “5 Bucoliche” di Lutosławski, vero omaggio alla forma del trio d’Archi, e nella Serenatain do maggiore di Ernő Dohnányi che si colloca nel solco tracciato oltre un secolo prima da Mozart e da Beethoven, declinato nello stile della tradizione ungherese.

Il Trio Boccherini si è costituito a Berlino ed è frutto di ripetuti incontri musicali serali fra gli artisti, come spesso accade nella vita musicale della capitale tedesca. Nel 2015 è stata nominata Ensemble ufficiale dell’ECMA, l’Accademia di Musica da Camera Europea, ed ha ricevuto ragguardevoli apprezzamenti dalla critica musicale internazionale.

Info e prevendite presso TicketPoint Trieste tel. 040 3498276 acmtrioditrieste.it
Biglietti acquistabili anche al Teatro Miela mezz’ora prima del concerto.

La Stagione 2020 dell’Associazione Chamber Music, diretta dalla musicologa Fedra Florit, è sostenuta dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia e da Mibact, Comune di Trieste, Banca Mediolanum, Itas Assicurazioni, Suono Vivo – Padova e Zoogami.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi