ShorTS International Film Festival a Trieste dal 1° all’8 luglio

Trieste – ShorTS International Film Festival, in programma a Trieste dal 1° all’8 luglio 2017, presieduto da Chiara Valenti Omero, accoglie e presenta ogni anno a Trieste i migliori cortometraggi prodotti nel mondo e i suoi autori, assieme alle opere di lungometraggio di autori italiani emergenti, incontri e dibattiti attorno alla settima arte, laboratori formativi per adulti e ragazzi, iniziative speciali di sensibilizzazione pubblica attorno a temi di attualità, iniziative ed eventi speciali.

ShorTS compie diciotto anni e con la maggiore età si sono registrati anche numeri da record mai toccati nella lunga storia di questo Festival: le iscrizioni hanno toccato la quota esorbitante di 4318 cortometraggi proposti da 123 paesi nel mondo. L’aumento di iscrizioni è dovuto all’aumentata visibilità del Festival, attraverso nuove iniziative e presentazioni, ma anche a una storia festivaliera che ha visto nel rinnovamento e nella ricerca i suoi maggiori punti di forza.

La presidente Chiara Valenti Omero ha deciso di lasciare spazio e responsabilità al gruppo di giovani che lavora da tempo nel team organizzativo. La selezione delle opere di cortometraggio in concorso è toccata quindi a Francesco Ruzzier che quest’anno ha registrato una nuova vivacità nella produzione italiana: “È più difficile racchiudere e rappresentare in una singola storia la frammentarietà della realtà in cui siamo abituati a vivere, ma se proviamo a vedere in sequenza alcuni di questi frammenti – che siano essi sperimentali, divertenti, paurosi, animati o estremamente realistici – sarà come viaggiare attorno alla terra, riuscendo, in questo modo, a conoscerla un po’ meglio: questo è quello che vorrei riuscisse a trasmettere, nel suo piccolo, la selezione di ShorTS IFF”.

Sono 91 i cortometraggi in concorso nella sezione Maremetraggio, di cui 18 provenienti dall’Italia, ben 7 in più rispetto al 2016. E tra i titoli selezionati molti sono cortometraggi di animazione, genere che ben si presta alla reinterpretazione di realtà difficilmente raccontabili altrimenti. E se c’è un tema globale che più di altri attraversa le opere arrivate quest’anno a Trieste è quello del confine: dall’Europa all’Asia la frontiera e il suo attraversamento ritornano nell’opera di numerosi autori.

Numerosi i Paesi di provenienza della selezione finale: Argentina, Austria, Bangladesh, Bielorussia, Belgio, Canada, Cina, Costa Rica, Cipro, Finlandia, Francia, Germania, Ungheria, Iran, Israele, Italia, Corea del Sud, Malesia, Olanda, Polonia, Portogallo, Romania, Federazione Russa, Senegal, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia, Ucraina, Regno Unito, Stati Uniti e Venezuela.

Tutti i cortometraggi verranno proiettati dal 1 al 8 luglio in piazza Verdi a partire dalle ore 21:30. Si ricorda che in caso di maltempo le proiezioni si svolgeranno al Teatro Miela, con il medesimo orario.

Programma completo su www.maremetraggio.it

[a cura di Serenella Dorigo]

Print Friendly, PDF & Email

Condividi