SIOT si aggiudica uno dei riconoscimenti del Premio Imprese per la Sicurezza

Trieste – Lo scorso 26 novembre, nella sala del Chiostro della Facoltà di Ingegneria dell’Università di Roma “La Sapienza”, SIOT – Società Italiana per l’Oleodotto Transalpino – realtà che da oltre 50 anni si occupa di ricezione e trasporto in modo sostenibile di petrolio greggio mediante condotte dal Porto di Trieste alle raffinerie di Austria, Germania e Repubblica Ceca al fine di provvedere al fabbisogno energetico di questi paesi – si è aggiudicata uno dei 5 prestigiosi riconoscimenti “Prize” assegnati nell’ambito del concorso nazionale “Premio Imprese per la Sicurezza” 2019.

L’azienda si è classificata inoltre al secondo posto assoluto tra le 192 realtà partecipanti.

Il “Premio Imprese per la Sicurezza” è l’iniziativa nazionale che Confindustria promuove con Inail e con la collaborazione tecnica di APQI (Associazione Premio Qualità Italia) e Accredia (Ente italiano di accreditamento), al fine di consolidare e sviluppare nelle imprese industriali la cultura del miglioramento continuo dei livelli di tutela della salute e sicurezza sul lavoro, insieme alla consapevolezza della loro centralità nell’organizzazione e gestione dei processi produttivi.

Il Premio, giunto alla sesta edizione, è rivolto alle imprese che si che si distinguono per l’impegno in tema di gestione della salute e sicurezza, al fine di valorizzare non un singolo progetto o un’iniziativa, ma l’intero processo aziendale, coinvolgendo gli attori della prevenzione in azienda ed analizzando temi quali la leadership, le politiche, le strategie, il personale, i processi e i risultati.

L’obiettivo del Premio, cui il Presidente della Repubblica ha riconosciuto la medaglia, è diffondere la cultura della prevenzione, premiando le aziende che si distinguono per l’impegno concreto e per i risultati gestionali conseguiti in materia di salute e sicurezza, dando così visibilità e riconoscimento alle imprese e ai progetti più virtuosi, che possono rappresentare un modello per tutti.

Il Premio, rivolto a tutte le imprese nazionali, anche a quelle non aderenti a Confindustria, è assegnato a categorie di imprese distinte per tipologia di rischio e per dimensione, a seguito di un lungo iter di valutazione che ha previsto anche visite in azienda, sulla base del quale viene stabilito un punteggio: alla fascia più alta è assegnato l’Award e a seguire i Prize. Inoltre Menzioni speciali sono attribuite ad aziende che hanno sviluppato progetti specifici.

La valutazione avviene in due step: il primo consiste in una selezione da parte del Comitato tecnico scientifico di valutazione, costituito da esperti di Confindustria, Inail, APQI e Accredia, che individua una rosa di finalisti; il secondo nella valutazione di tale rosa da parte del Comitato di Premiazione, composto da rappresentanti del mondo imprenditoriale, istituzionale ed accademico.

Ad aggiudicarsi l’Award è stata Eni Mediterranea Idrocarburi Spa, che gestisce le attività di estrazione e produzione di idrocarburi sul territorio siciliano.

Oltre a SIOT – Società Italiana per l’Oleodotto Transalpino, hanno ottenuto un Prize: Caterpillar Prodotti Stradali Srl, che produce un’ampia gamma di attrezzature per la costruzione e manutenzione stradale; Iguzzini Illuminazione Spa, che produce sistemi di illuminazione architetturale intelligenti per interni ed esterni; Impresa Percassi Spa, che opera nel segmento dell’edilizia civile privata, nella progettazione e realizzazione e nei restauri; Sapa Spa, che si occupa dello stampaggio di componenti in plastica per il settore automotive.

Le sette menzioni sono state assegnate a: Caterpillar Prodotti Stradali Srl; Eni Mediterranea Idrocarburi Spa; Faurecia Emissions Control Technologies Italy Srl; Iguzzini Illuminazione Spa; Impresa Percassi Spa Ponzio Srl; Sea srl Servizi Ecologici Ambientali.

“La sicurezza è un aspetto fondamentale nell’attività di un’impresa – ha affermato Sergio Razeto, Presidente di Confindustria Venezia Giulia – Per poterla assicurare è fondamentale un’accurata organizzazione del lavoro, grande attenzione e senso di responsabilità, che vanno praticati quotidianamente, intervenendo sui processi produttivi, monitorando l’attuazione dei protocolli e dei comportamenti corretti stabiliti e avviando iniziative di formazione e informazione. Siamo particolarmente orgogliosi che SIOT – Società Italiana per l’Oleodotto Transalpino, un’azienda presente sul nostro territorio da oltre 50 anni, si sia contraddistinta nel panorama italiano, ottenendo il prestigioso riconoscimento promosso da Confindustria – INAIL”.

“La sicurezza è da sempre al centro dell’attenzione di SIOT – Società Italiana per l’Oleodotto Transalpino – ha dichiarato Alessio Lilli, Presidente e General Manager del Gruppo TAL – Grazie a costanti investimenti in sicurezza, ma anche in studi e nuovi sistemi innovativi, SIOT prosegue attivamente nell’affermare il suo ruolo di società consapevole delle proprie responsabilità, che adopera gli strumenti a sua disposizione e le tecnologie più recenti, forma e impiega risorse umane preparate, affinché tutte le operazioni aziendali siano sotto controllo, per continuare a portare nel cuore dell’Europa l’energia che giunge quotidianamente da ogni parte del mondo al porto di Trieste”.

Print Friendly, PDF & Email

Condividi